Montefalco 8 febbraio 2021 – In un documento sottoscritto da quattro ex sindaci del Comune – Orlando Rocchi, Massimo Properzi, Angelo Preziosi e Valentino Valentini – che lo hanno reso noto l’appello al primo cittadino in carica, Luigi Titta, a dimettersi Scrivono: “In questo tempo sopraffatto da paure e speranza, la nostra città, Montefalco, sta vivendo una delle pagine più buie della sua storia.
I nostri cittadini, al pari degli altri avrebbero meritato un’amministrazione comunale pronta a lavorare, nel pieno di un’emergenza sanitaria, al servizio della propria comunità e a difesa della salute dei propri concittadini. Ma proprio nel momento in cui il tessuto sociale è divenuto più fragile e avrebbe avuto più bisogno di attenzione, la crisi istituzionale, finanziaria e politica che sta affliggendo il Comune, sta minando definitivamente la credibilità e la fiducia nei confronti dell’istituzione comunale.

Stante questa breve premessa, e considerata la straordinarietà della situazione, in qualità di ex sindaci di questa città, ci permettiamo di fare un ultimo appello al senso di responsabilità; siamo a chiedere al sindaco di valutare seriamente la possibilità di fare un passo indietro e di dimettersi. Sarebbe auspicabile – affermano i firmatari del documento – che facesse questo gesto per amore della città, mettendola finalmente nelle condizioni di riprendere la strada interrotta.
Non c’è più il tempo – concludono – per mettere la testa sotto la sabbia, di mal celare un fallimento che è ormai sotto gli occhi di tutti. Un sindaco ha il dovere di fare i conti con se stesso e con la propria capacità di essere utile ad una comunità. E’ del tutto evidente che non è più nelle condizioni di farlo. Con questa lunga, estenuante ed indegna agonia, stanno portando la città sull’orlo del baratro. Fermati, anzi, fermatevi, prima di vanificare del tutto quanto è stato costruito con fatica in decenni di storia”.

 

 

(5)

Share Button