Piegaro, 8 febbraio 2021 – Con oltre il 72% di differenziata Piegaro è tra i comuni umbri sotto i cinquemila abitanti più ricicloni. Gli fanno compagnia Calvi, Otricoli, Arrone, Montefranco, Attigliano, Ferentillo e Polino nella provincia di Terni e Bettona e Valfabbrica in quella di Perugia. Lo ha attestato Legambiente Umbria con il rapporto presentato durante l’Ecoforum dedicato all’economia circolare dei rifiuti. Un rapporto che ha l’obiettivo di evidenziare le criticità e le virtuosità dei percorsi verso una gestione sostenibile dei rifiuti e ha lo scopo di valorizzare e premiare l’impegno delle amministrazioni comunali che eccellono nella raccolta differenziata. In tutto sono 13 i comuni ricicloni umbri (quattro in meno rispetto allo scorso anno per via dei nuovi criteri ancor più stringenti).

E tra questi c’è appunto anche Piegaro. “E’ uno straordinario risultato che ci rende orgogliosi – commenta il sindaco Roberto Ferricelli -. Merito dei nostri cittadini e della loro maturità nella gestione dei rifiuti prodotti. A loro innanzitutto va il grazie di questa Amministrazione comunale. Ma questo non deve farci abbassare la guardia. Dobbiamo continuare a fare di più e meglio. Anche come Istituzione. Il nostro Ente è chiamato, insieme al gestore, a proseguire nell’opera di miglioramento del servizio in un’ottica di contenimento dei costi. Va in questa stessa direzione la recente scelta di ottimizzare le isole ecologiche del nostro territorio”.

(6)

Share Button