Perugia, 9 febbraio 2021 – Personale della Squadra Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico interveniva, su segnalazione di una cittadina presso la Sala Operativa della Questura di Perugia, relativamente alla presenza di un soggetto con volto occultato da un cappuccio intento a forzare delle autovetture in sosta, in zona via dei Priori, con il chiaro intento di derubarne gli oggetti posti all’interno. Giunti sul posto l’uomo alla vista degli agenti si dava precipitosamente alla fuga ma, nell’arco di un centinaio di metri uno dei poliziotti lo raggiungeva.

Ad un primo controllo il soggetto, risultato essere un cittadino extracomunitario di origini tunisine classe 1990, è stato immediatamente trovato in possesso di un coltello a serramanico con apertura automatica della lama di lunghezza complessiva di circa 24 cm.
L’uomo è risultato non avere una fissa dimora ed annoverava a proprio carico numerosi precedenti di Polizia per reati contro il patrimonio come furto aggravato, possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli e porto di armi od oggetti atti ad offendere.
Gli agenti arrestavano il 31enne tunisino per il reato di tentato furto aggravato e nel contempo lo deferivano all’A.G. per il reato di porto abusivo di coltello. Dell’avvenuto arresto veniva notiziato il P.M. di turno che ne disponeva il trattenimento presso le camere di sicurezza della Questura di Perugia in attesa dell’udienza direttissima che si terrà domani 10 febbraio.

(7)

Share Button