Terni, 20 febbraio 2021 – A seguito dei serrati controlli finalizzati a prevenire e reprimere fenomeni di gestioni illecite di rifiuti, i militari della Stazione Carabinieri Forestale di Terni effettuavano un controllo in strada di San Martino del Comune di Terni dove rilevavano la presenza di un cumulo di rifiuti speciali provenienti da attività di ristrutturazioni edili. L’area veniva attenzionata per risalire all’identità del responsabile. Le indagini facevano emergere che un artigiano edile di Terni aveva destinato un terreno agricolo come deposito dei rifiuti prodotti dalla sua attività in assenza di autorizzazione e di alcun accorgimento atto ad impedire l’inquinamento diffuso dell’area. I rifiuti venivano quantificati in circa 70 mc.

L’artigiano sessantatreenne è stato deferito alla Procura della Repubblica di Terni per il reato di deposito incontrollato di rifiuti, previsto dall’art. 256, comma 1, del D. Lgs. 152/2006 che prevede la pena dell’arresto da tre mesi ad un anno e l’ammenda da 2.600 a 26.000 €.

(9)

Share Button