Spello, 25 febbraio 2021 – Un fronte comune comprensoriale tra i diversi livelli istituzionali per mettere in atto misure ancora più restrittive volte a contrastare la diffusione del Covid-19. E’ stato questo l’oggetto dell’incontro svoltosi ieri pomeriggio nel Palazzo comunale che ha visto riuniti per analizzare la situazione di Spello il sindaco Moreno Landrini, il commissario straordinario regionale per l’emergenza Covid-19, Massimo D’Angelo, il responsabile del Servizio igiene e sanità pubblica Area Nord Foligno Usl Umbria 2, Andrea Favaro, il presidente del Consiglio Comunale, Daniele Rosignoli, il comandante della stazione dei carabinieri di Spello, il maresciallo Massimo Trementozzi e il comandante della Polizia Municipale di Spello, Luigi Giordano.

Il Commissario straordinario D’Angelo ha subito accolto l’invito del sindaco Landrini preoccupato per l’incremento del numero dei casi registrati nelle ultime settimane e che vedono Spello, con la percentuale del 21,48%, uno tra i Comuni del comprensorio con il maggior tasso di positivi per 1000 abitanti. “Abbiamo ottemperato con tempestività a tutte le prescrizioni nazionali e regionali, applicato anche ulteriori limitazioni in base alle indicazioni arrivate dalla Usl 2, oltre a sensibilizzare continuamente la popolazione, ma la situazione continua a destare allarme – ha esordito il sindaco Moreno Landrini -; in attesa delle decisioni che saranno prese dalla Regione Umbria anche in merito alle scuole, la volontà è di agire a livello comprensoriale con il supporto e la fondamentale collaborazione di Regione, Comitato tecnico scientifico e Usl, al fine di porre in atto misure comuni per interrompere la catena del contagio”.

Il Commissario straordinario, nel sottolineare l’aumentata contagiosità del virus, ha ricordato l’importanza di continuare ad agire per eliminare ogni forma di aggregazione, unico veicolo per la diffusione del contagio, così come evidenziato anche dal presidente del Consiglio Comunale Rosignoli. A tal proposito, sono state sottolineate anche le attività di controllo e prevenzione delle dalle forze dell’ordine, impegnate quotidianamente nel territorio, anche con azioni congiunte. La riunione si è conclusa con la disponibilità di D’Angelo e di Favaro, nel valutare e supportare eventuali azioni rafforzative da porre in essere nel territorio per evitare ogni possibile occasione di contagio tra i cittadini.

(12)

Share Button