Spoleto, 3 marzo 2021    – Si è svolta ieri pomeriggio all’ospedale “San Matteo degli Infermi” di Spoleto una breve cerimonia di ringraziamento rivolta ai medici ed infermieri lombardi giunti nei giorni scorsi in Umbria per offrire un supporto alle attività sanitarie del Presidio.

Con la consegna, da parte della direttrice del Presidio Ospedaliero dr.ssa Orietta Rossi, di un volume illustrato sulla città di Spoleto, gentilmente donato dalla Fondazione Carisolo, si è voluto testimoniare la gratitudine per la disponibilità dimostrata ed il prezioso supporto alle attività del “San Matteo degli Infermi”, frutto della notevole esperienza maturata nella realtà Lombarda nella gestione dell’emergenza coronavirus.

Oltre alla direttrice del Presidio erano presenti la responsabile Sitro dr.ssa Serenella Marmotta, la responsabile della Rianimazione dr.ssa Marina Vissani con la coordinatrice Cadia Rossi, Francesca Ciani, il responsabile della Cardiologia e Subintensiva Covid dr. Luca Tramontana, il direttore del Pronto Soccorso dr. Gian Luca Proietti Silvestri e la coordinatrice Albertina Morocchi.

I volumi sono stati consegnati ai cinque professionisti del contingente lombardo arrivati lo scorso 21 febbraio a Spoleto grazie all’istituto del comando: dalla Asst di Lodi un medico pneumologo, la dr.ssa Francesca Reali e due infermieri, Davide Giustivi, in servizio al Pronto Soccorso dell’ospedale di Lodi e Simona Ravera, infermiera di Terapia Intensiva al nosocomio di Codogno; dalla Fondazione IRCCS Policlinico Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano il medico anestesista rianimatore dr. Francesco Bottazzini; dalla Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia il medico anestesista rianimatore dr. Mirko Belliato, il primario che, un anno fa, ha curato Mattia Maestri, destinato ad essere ricordato come il “Paziente 1” del Covid.

 

 

(53)

Share Button