Perugia, 5 marzo 2021 – In occasione della Giornata internazionale della donna, l’8 marzo alle ore 18,30 in diretta streaming, ci sarà la presentazione di Donna vede Uomo, con il patrocinio di: Regione Umbria in particolare della Consigliera di Parità Monica Paparelli, Provincia di Perugia, Comuni di Deruta e Magione, con il supporto del GAL Trasimeno-Orvietano e la collaborazione organizzativa di Trasimeno in Dialogo, Ars Cultura, AboutUmbria, MepRadio, ACLI Arte e Spettacolo, Donne al Lavoro, Sul Palco della Vita e La Casa degli Artisti di Perugia. Parteciperanno gli attori della Compagnia in di Assisi e il musicista, maestro Giulio Castrica.

Donna vede Uomo è un progetto fotografico itinerante e multiculturale corredato da versi, dove la donna, attraverso l’obiettivo fotografico e la penna, descrive il mondo dell’uomo tramite le proprie percezioni. Il progetto è ambientato sul lago Trasimeno, il principale ispiratore delle fotografe e delle poetesse, così come alcune ispirazioni nascono dal suggestivo lago di Piediluco: un ponte d’acqua dolce che unisce idealmente i due principali laghi umbri.

In Donna vede Uomo, come il suo precedente di successo Donna vede Donna, gli elaborati delle artiste hanno la finalità di trasmettere positività, gioia, felicità e affetto, rifuggendo da ogni forma di violenza, come nei desideri di una civiltà evoluta.

Ogni fotografa ha avuto a disposizione cinque scatti per descrivere come vede l’uomo nel suo mondo e l’abbinata poetessa, ha potuto, con dei versi, scrivere su quello che le specifiche immagini le hanno trasmesso. Gli elaborati fotografici e poetici hanno tra le finalità della mostra, oltre a essere itinerante e riproporsi in diverse località, la diffusione di un messaggio positivo e propositivo che evidenzi il mondo maschile nei suoi aspetti sociali, visti attraverso la sensibilità femminile.

“L’occhio della donna – spiegano i promotori – è percettivo, acuto e sensibile, infatti in questo progetto le artiste hanno colto emozioni e sentimenti che spesso l’uomo non palesa. Gli scatti e i versi, rimarranno come perenne istantanea a testimonianza che l’incontro positivo tra due diversi mondi, sia certamente possibile”.

Le artiste protagoniste di questo progetto sono 18, di origine italiana, russa, ucraina, ceca e cilena: Anna Maria Bolletta, Roberta Costanzi, Alessandra Di Cesare, Sara Fusini, Helena Malachova, Graziella Mallamaci, Susanna Mannarelli, Katia Merli, Francesca Panichi, Eleonora Pascai, Francesca Pecorella, Catia Rogari, Olena Romanko, Anna Savino, Mariolina Savino, Marina Sereda, Emiliana Tamburi e Carla Tejo. La direttrice artistica è Carla Medici mentre il coordinatore e organizzatore del progetto è Marco Pareti.

Nel rispetto delle indicazioni istituzionali per il COVID e non appena possibile, la mostra, nella sua versatilità, potrà trasformarsi a seconda delle esigenze specifiche o in un’esposizione tradizionale o in una galleria a cielo aperto, che ospiterà gli elaborati fotografici e poetici, nelle vie, piazze e nelle vetrine dei negozi, per far si che s’incontrino all’aria aperta, l’arte, la cultura, l’economia e il turismo.

Si potrà assistere all’evento dell’8 marzo 2021 alle 18,30 trasmesso in streaming, dove la regia è curata da Ladis Kumar, collegandosi a uno dei seguenti link:

https://www.facebook.com/sulpalcodellavita/live

http://www.mepradio.it/diretta.php

https://m.facebook.com/www.lacasadegliartistiperugia.it/live

(4)

Share Button