PARRANO, 9 marzo 2021 – “Siamo tra i 24 comuni dell’Umbria che superano o stanno superando il parametro di 250 positivi ogni 100mila abitanti, ovvero 1,25 ogni 500 abitanti”. A dirlo è il sindaco, Valentino Filippetti, sottolineando l’attuale difficile situazione che sta vivendo Parrano con 20 positivi risultanti dall’ultimo bollettino regionale su poche centinaia di abitanti. “L’amministrazione comunale di concerto con la scuola – informa il sindaco Filippetti – ha già preso provvedimenti più restrittivi introducendo l’obbligo di mascherine anche per i bambini dell’infanzia e realizzando una maggiore separazione delle classi”.

Emessa, sempre dal sindaco, anche un’ordinanza che riduce a 15 il numero massimo dei parenti che possono partecipare alle funzioni religiose e alla sepoltura al cimitero. “Bisogna però avere ben chiaro che più di ogni cosa vale il buon senso e il rispetto delle regole”, afferma Filippetti rivolgendosi ai cittadini ed elencando le misure prjncipali anti contagio. Vietati gli spostamenti dalle 21 alle 5 del mattino e quelli fuori dal proprio comune e regione, tranne che per necessità, lavoro e salute. Sono permesse deroghe per ritornare ai luoghi di residenza, domicilio o abitazione.

Nei piccoli comuni con massimo 5mila abitanti sono consentiti spostamenti in un raggio di 30 chilometri con divieto di spostamento nei capoluoghi di provincia. È consentito una sola volta al giorno spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata che si trova nello stesso comune, tra le 5 e le 21.00 a un massimo di due persone ulteriori a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono.

(3)

Share Button