Perugia, 11 marzo 2011- Questa foto, scattata da Mario Mariucci di Perugia a Ponte san Giovanni e pubblicata sulla sua pagina fb, ritrae un grosso cinghiale che si fa un riposino su un materasso abbandonato tra la spazzatura. Chissà, forse stremato dal “viaggio” o forse (se non è una fake news fotografica) dopo un lauto pranzo, ha pensato bene di farsi un riposino su un comodo giaciglio. Purtroppo, con un territorio meno presidiato crescono i danni da cinghiale nelle campagne, la loro pericolosa presenza sulle vie di comunicazione e la cerca del cibo in città. L’Umbria è sicuramente tra le realtà più colpite da questo fenomeno e a preoccupare sono anche i rischi per la salute provocati dalla diffusione di malattie come la peste suina.

L’allarme è stato lanciato dalla Coldiretti Umbria, con il Presidente Albano Agabiti che ha scritto all’Assessore regionale all’agricoltura Roberto Morroni, per richiedere il ripristino delle attività di controllo e contenimento della fauna selvatica bloccate causa coronavirus. Una forte preoccupazione della quale sono stati messi a conoscenza anche la Presidente della Regione Umbria Donatella Tesei, il Prefetto di Perugia Claudio Sgaraglia e il Prefetto di Terni Emilio Dario Sensi, per trovare soluzione utili a imprese e comunità.

 

 

(38)

Share Button