Spoleto, 11 marzo 2011- Il sindaco di Spoleto, Umberto De Augustinis, si è dimesso alle 17.50 di oggi, nel corso della discussione sulla mozione di sfiducia nei suoi confronti in consiglio comunale, firmata da 15 consiglieri comunali. Il primo cittadino, dopo il lungo intervento introduttivo e dopo quasi tre ore di discussione, durante le quali si sono succeduti i vari interventi di esponenti di maggioranza e opposizione, ha rassegnato le sue dimissioni. Ecco cosa ha detto: «Dopo l’intervento terrificante di Loretoni (Cesare, capogruppo Lega, ndr) credo sia inutile andare avanti. La mia esperienza con Lega e Fratelli d’Italia si chiude qui. Non c’è altro da aggiungere».

L’esito della votazione comporta l’immediata decadenza del Sindaco e della giunta e la nomina, in via provvisoria, del commissario. Come previsto dall’art. 141 del Testo Unico degli Enti Locali (TUEL) con decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro dell’interno, verrà sciolto il Consiglio comunale. Con lo stesso decreto di scioglimento verrà nominato in via definitiva il commissario, di solito un funzionario della carriera prefettizia. Al commissario sono attribuiti tutti i poteri spettanti al consiglio, alla giunta e al sindaco in attesa del primo turno utile per le elezioni.

 

(15)

Share Button