PERUGIA, 16 marzo 2021 – La cultura del dono si promuove anche attraverso atti concreti, come la donazione di sangue, per questo motivo nei giorni scorsi un gruppo di volontari di “Doniamoci” ha voluto dare l’ennesima dimostrazione della sua vicinanza ai più deboli, con una donazione di sangue di gruppo, che ha visto presenti in prima linea gli stessi rappresentanti delle associazioni: Federico Cenci per Avanti Tutti, Gabriele Rondini per AIDO Provinciale Perugia e Fabrizio Rasimelli, Avis Perugia.

L’iniziativa si è svolta secondo tutti i protocolli di sicurezza.
I volontari hanno risposto all’appello lanciato da Avis per la carenza di scorte di sangue. L’invito di Avis, ovviamente, è rivolto sempre a tutti, perché è importante donare, soprattutto in questo momento di emergenza sanitaria.

«Ringrazio chi ha partecipato alla mattinata di donazione e a chi lavora costantemente per assicurare questi servizi – ha detto Fabrizio Rasimelli, Presidente Avis Perugia – siamo grati ai volontari di Doniamoci, che con questo gesto hanno voluto sottolineare l’importanza di fare rete e promuovere la campagna di sensibilizzazione alla donazione».

Doniamoci ha da poco concluso il progetto 2020 dedicato alle scuole e alla cittadinanza ed è già a lavoro per la progettualità 2021, con tante novità e nuove associazioni che fanno ingresso in questa grande realtà sociale umbra. Doniamoci, infatti, allarga la famiglia e insieme alle quattro associazioni storiche che lo hanno fondato (AIDO Sezione Provinciale di Perugia, ANED, AVIS Perugia e Avanti Tutta), si arricchisce di nuove forze sociali che arrivano a suo sostegno: ADMO Umbria; ARONC; Comitato per la vita Daniele Chianelli; Gli amici della vista onlus; La Lumaca O.D.V.; Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Sezione provinciale Perugia.
Tutti insieme stanno iniziando a lavorare ai nuovi progetti con le scuole e a nuove campagne di comunicazione mirate alla sensibilizzazione verso la donazione intesa a 360 gradi: sangue, organi, tessuti e anche tempo.

(27)

Share Button