Perugia, 17 marzo 2021 – Sono anni che la “Pro Ponte, insieme per vivere” di Ponte san Giovanni suggerisce alle istituzioni perugine l’iniziativa che ha preso l’Amministrazione comunale di Todi. Cioè quella di attrezzare un furgoncino con due persone, attrezzato con pala, piccone, decespugliatore, motosega e qualche balla di catrame preconfezionato per piccoli interventi quotidiani in giro per la città e le frazioni per semplici riparazioni: copertura buche, sistemazione segnaletica stradale verticale, taglio cespugli sporgenti, taglio rami pericolosi, pulizia tombini….Un turno giornaliero continuo di 8 ore per individuare e risolvere piccoli problemi, per rispondere a eventuali segnalazioni di cittadini o di associazioni, per prevenire

eventuali pericoli. Non si tratta del mezzo specifico “tappabuche” di cui dispone il comune di Spoleto, ma di un furgoncino agile e funzionale che sarebbe certamente ben visto dai cittadini e darebbe grande soddisfazione agli amministratori. Sarebbe anche utile per acquisire informazioni da fornire alla “Centrale Operativa” se dovesse servire un mezzo con più persone e più attrezzature per interventi più importanti. Intanto facciamo i complimenti all’Amministrazione comunale di Todi la cui iniziativa è stata considerata molto favorevolmente da tutti i cittadini che si sono sentiti rispettati e con loro il territorio per le cure di questa “troupe operativa” che giunge all’improvviso e, con professionalità e diligenza, risolve i piccoli problemi creati dal tempo, anche quello atmosferico, dall’incuria e, talvolta, anche dalla poca attenzione o educazione dei cittadini.

(10)

Share Button