Foligno, 19 marzo 2021 – Sulla situazione di via Campagnola, il sindaco di Foligno, Stefano Zuccarini, ha dichiarato quanto segue: “In merito alla prossima istituzione della Ztl lungo via Campagnola, si ritiene necessario osservare che la delibera di giunta è solo un atto d’indirizzo, per cui sarebbe sensato attendere i provvedimenti dirigenziali di attuazione, prima di esprimere giudizi, altrimenti, come in questo caso, si rischierebbe di esprimere opinioni superficiali e fuorvianti. E’ bene chiarire che via Campagnola resterà a doppio senso fino al ‘colle dei Cappuccini’ e sarà perfettamente sempre fruibile da tutti la stazione ecologica, senza alcuna limitazione di transitabilità, cosi come sarà sempre possibile l’accesso e l’uscita alle OGR ed alle abitazioni dei residenti, fino al ‘colle dei Cappuccini’.

Via Campagnola, inoltre, nella direzione viale Ancona-via Piave, continuerà a fungere da via di uscita e di collegamento con la viabilità nazionale ed il centro della città per le frazioni di San Paolo, Vescia, Belfiore ed i quartieri limitrofi. La viabilità alternativa prevista in ingresso alle frazioni, è egualmente comoda, e prevede il tradizionale e storico percorso per l’asse via Piave – viale Ancona, ovvero la Tangenziale Nord-Est costata ai cittadini milioni di euro, ed attualmente sottoutilizzata per la sua funzione. Sarà unicamente evitato, a mezzo introduzione ZTL e varco nel tratto stradale dopo il ‘colle dei Cappuccini’, l’abuso fino ad oggi perpetrato, dell’utilizzo della strada residenziale via Campagnola, quale strada di collegamento inter-quartierale ed inter-frazionale, non avendone le caratteristiche tecnico dimensionali previste per legge, quali ristrettezza della carreggiata, assenza di marciapiede, assenza anche di semplice banchina pedonale percorribile in sicurezza, per poter sopportare il carico di traffico attualmente gravante.

Provvedimenti e soluzioni simili sono stati adottati, peraltro giustamente, per altre strade in condizioni simili ma addirittura meno problematiche, come via Treviso, via dei Trinci e via Cristoforo Colombo, misure adottate dalle precedenti amministrazioni di centrosinistra, senza che nessuno ‘gridasse allo scandalo’. Giova ricordare inoltre, che tale decisione amministrativa, prima ancora che essere libera espressione dell’azione della giunta in materia di viabilità, è da considerarsi come atto dovuto in forza di legge. Sono infatti ben noti ed ampiamente documentati e certificati dalla Asl, dal Noe e dall’Arpa, i rilievi

acustici probanti il costante sforamento e superamento dei limiti di tollerabilità negli ultimi trenta anni, da ultimo i rilievi Arpa del 2018 che hanno indotto la stessa Agenzia a ribadire al Comune di Foligno la necessità immediata di predisporre un apposito piano di contenimento acustico ed abbattimento del rumore ai sensi dell’art.2 comma 1 del DM 29/11/2000. Cosi come sono note a tutti, le caratteristiche strutturali della via Campagnola, che in quanto strada di quartiere, non è e non può essere assolutamente in grado di sopportare gli attuali livelli di traffico, senza la minima prescrizione di sicurezza pedonale e veicolare. Ribadisco che la soluzione alle problematiche di sicurezza, di inquinamento e di viabilità adottate, sono già contenute proprio nel Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, il cosiddetto P.U.M.S. il quale è stato approfonditamente elaborato, e quindi attentamente esaminato, discusso ed infine approvato in ConsigliocComunale, seguendo pertanto tutto l’iter burocratico-legale all’insegna della massima trasparenza e pubblicità. Ricordo infine, che proprio a causa delle omissioni di atti riguardanti il ripristino dei valori di tollerabilità acustica generati da traffico e la sicurezza della circolazione in via Campagnola, è in atto il procedimento penale che vede imputato l’ex assessore alla viabilità, Graziano Angeli.

E’ quindi semplicemente vergognoso, fomentare insinuazioni e polemiche su di una decisione amministrativa volta a ripristinare la legalità ed porre soluzione a trenta anni di legittime proteste dei residenti di via Campagnola, che hanno sempre e solo chiesto il rispetto delle norme di sicurezza stradale e della normativa sulle immissioni acustiche ed atmosferiche. Qualcuno cerca di porre in essere un becero tentativo politico di denigrare la persona del Sindaco e della sua Amministrazione, arrivando ad adombrare inesistenti interessi privati in atti di ufficio, ma i responsabili di tali inopinate illazioni, si assumeranno le responsabilità di quanto affermato”.

(40)

Share Button