Perugia, 22 marzo 2021 – “La dichiarazione da parte dell’AST, Acciai Speciali Terni Spa, in ordine al graduale spostamento della logistica di settore dalla gomma al ferro, trova la Regione assolutamente favorevole ed interessata al tema”. E’ quanto afferma l’assessore regionale alle infrastrutture Enrico Melasecche. “Da tempo infatti – prosegue – abbiamo riattivato i rapporti con RFI per completare il collegamento della stessa piastra con la direttrice Orte-Falconara utilizzando i 9,6 milioni di euro fin qui inutilizzati e stanziati a suo tempo dal CIPE.

Per l’esattezza dopo vari contatti e sopralluoghi attendiamo, entro i prossimi giorni, la risposta in merito alla ricognizione effettuata fra i tecnici delle due amministrazioni. Non solo – sottolinea Melasecche -, ho in agenda un appuntamento con l’Amministratore Delegato di AST proprio per parlare di quella ipotesi di utilizzo della piastra logistica come di altri problemi inerenti la presenza delle acciaierie nel tessuto urbano.

Già da mesi ho infatti sollecitato l’ANAS, ottenendone risposta positiva, a rinforzare le spalle dello svincolo Terni Est per aumentarne la portata e consentire la salita degli autotreni che trasportano i coils di inox di circa 100 tonnellate rispetto alle 44 attualmente consentite in modo da evitare che transitino all’interno della città di Terni, con miglioramento dello stato delle strade e riduzione dell’inquinamento.

Inoltre – aggiunge l’assessore -, la realizzazione della Bretella Terni Est, finanziata dalla Regione, consente al Comune, attuatore dell’intervento, dopo oltre venti anni dalla sua iniziale ideazione, di evitare il transito dei mezzi nel Quartiere di Borgo Bovio facilitando l’accesso diretto dalla quattro corsie direttamente allo stabilimento. La giunta Tesei – ha concluso l’assessore Melasecche – sarebbe ben felice, dopo la prima gara andata deserta causa covid, che il tessuto imprenditoriale possa dare la disponibilità a gestire quella struttura, collegata al sistema ferroviario nazionale e con l’Ufficio doganale funzionante. A questo proposito abbiamo già interloquito con l’Agenzia per le Dogane per effettuare le operazioni di sdoganamento ed esportazione da e per Civitavecchia abbattendo i tempi di attesa attuali”.

(3)

Share Button