Terni, 22 marzo 2021 – Sono andati avanti per tutto il fine settimana scorso, dal pomeriggio alla sera, i controlli interforze – disposti dal Questore di Terni, Bruno Failla – finalizzati alla verifica dell’osservanza delle disposizioni governative per limitare la diffusione del contagio da Covid-19.

Le pattuglie della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Locale, dispiegate in 14 posti di controllo, hanno identificato 248 persone e controllato 110 veicoli, in particolare nelle vie di accesso alla città, proprio per vigilare sugli ingressi in auto di persone non autorizzate provenienti da altri comuni, attraverso la verifica dell’autocertificazione presentata.

In totale, sono state elevate 22 sanzioni per violazione delle disposizioni anti-contagio, suddivise tra spostamento ingiustificato tra comuni e il mancato uso della mascherina, oltre alla consumazione di bevande alcoliche.

I controlli, infatti, hanno anche riguardato i locali pubblici, con due esercizi sanzionati – uno in centro e l’altro alla prima periferia cittadina – per somministrazione al di fuori dell’orario consentito e per aver dato da bere all’interno del bar.

Nella rete dei controlli è finito anche un giovane 17enne, sorpreso dalle telecamere cittadine, intento a consumare stupefacenti all’interno di un parco: l’occhio elettronico del nuovo sistema di videosorveglianza istallato dal Comune di Terni, ha ripreso il giovane mentre si preparava uno spinello, cosa che non è sfuggita all’operatore della sala operativa della Questura che ha immediatamente inviato sul posto una pattuglia in borghese. Il giovane, trovato in possesso di una dose di hashish, è stato segnalato in Prefettura come assuntore di sostanze stupefacenti.

La denuncia è scattata invece per un residente di Arrone, un pregiudicato di 57 anni, che al momento del controllo in un locale pubblico, ha iniziato ad insultare gli agenti in servizio, prendendo le difese delle persone che venivano sanzionate e rifiutandosi di venire identificato. Accompagnato in questura, è stato denunciato per oltraggio e per essersi rifiutato di fornire le proprie generalità.

I controlli verranno ripetuti, quotidianamente, come nel prossimo fine settimana; si raccomanda di rispettare la normativa prevista, non solo per non incorrere in sanzioni e denunce, ma anche e soprattutto per evitare il propagarsi del virus.

 

 

(8)

Share Button