Marsciano, 23 marzo 2021 – 573 libri sono stati acquistati dalla Biblioteca comunale Luigi Salvatorelli con un fondo messo a disposizione dal Ministero della Cultura e di cui il Comune di Marsciano ha beneficiato per un importo pari a 10mila euro. Si aggiungono ai circa 29mila volumi attualmente disponibili per il prestito presso la biblioteca.

“Un investimento – spiega il vicesindaco con delega alla cultura, Andrea Pilati – che ci ha permesso non solo di incrementare il patrimonio librario della biblioteca, di cui i cittadini potranno fruire, ma soprattutto di andare a risolvere alcune carenze, in termini di numero dei volumi e di aggiornamento dei contenuti, che riguardavano alcuni settori che sono strategici in riferimento sia a quella che è la capacità attrattiva verso i giovani, che la vocazione del nostro territorio e del suo tessuto associativo. Una vocazione che, peraltro, coinvolge e indirizza anche le attività didattiche di carattere ludico formativo sviluppate all’interno della biblioteca. Ecco allora che si sono potenziati, in particolare, i settori del teatro e del cinema, della fumettistica, della letteratura per i più piccoli e dei libri per bambini con bisogni educativi speciali. Tutti ambiti in cui c’è una forte domanda di accesso ai contenuti da parte degli utenti e sui quali il Comune ha sviluppato e intende continuare a sviluppare delle progettualità”.

Tra le sezioni che sono state interessate dai nuovi acquisti c’è anche la narrativa italiana, la storia dell’arte, la letteratura in lingua straniera, le scienze, la fotografia e il design.

“Tutti i nuovi libri acquistati – conclude Andrea Pilati – sono già stati catalogati grazie al lavoro efficiente e puntuale fatto dal personale della biblioteca, che sarà riaperta al pubblico subito dopo Pasqua. Si concluderà così un periodo di chiusura che a Marsciano abbiamo deciso di prolungare quale misura precauzionale proprio in virtù della difficile situazione pandemica che ha riguardato nelle scorse settimane il territorio comunale. Naturalmente la fruizione della biblioteca, che riguarderà inizialmente solo il servizio del prestito librario, avverrà nel pieno rispetto degli attuali protocolli anti Covid”.

(4)

Share Button