Foligno, 29 marzo 2021 – I gruppi consiliari di maggioranza hanno diffuso una nota congiunta sulla regolamentazione di via Campagnola. Ecco il testo: “Sulla regolamentazione del traffico in via Campagnola occorre ribadire, una volta per tutte i fatti, poiché siamo in presenza di vili strumentalizzazioni e distorsioni della verità.

Via Campagnola resterà percorribile liberamente da tutti, a doppio senso di circolazione da ‘Ponte Antimo’ / via Piave fino alla Stazione Ecologica ed alla via del Colle dei Cappuccini, senza alcuna limitazione alla fruibilità per accedere alle ex ‘Grandi Officine’, allo sportello bancario, alla stessa Stazione Ecologica ed al Colle dei Cappuccini, così come ovviamente, alle abitazioni.
Resterà invariato, come ora, e quindi liberamente percorribile da tutti, il senso di marcia dalla ‘località San Paolo’ a ‘Ponte Antimo’ / via Piave, pertanto sarà sempre consentito a tutti transitare per via Campagnola ‘in uscita’ da ‘San Paolo’, Vescia / Belfiore e dalla ValMenotre. Sarà posizionato un varco/telecamera sulla via Campagnola – all’altezza della strada dei Cappuccini – per impedire il transito nel tratto di rampa di accesso alla rotatoria in direzione San Paolo, ad eccezione dei mezzi di soccorso, delle forze dell’ordine e dei Vigili del Fuoco.

Il provvedimento si è reso espressamente necessario per adempimenti di legge obbligatori, in relazione al superamento dei limiti di emissioni acustiche, certificati dall’Arpa (Agenzia Regionale di Protezione Ambientale) ed in considerazione della pericolosità della circolazione stradale, con conseguente obbligo di legge. Mantenendo il senso di scorrimento da ‘San Paolo’ a ‘Ponte Antimo’ / via Piave per tutti, e consentendo al tempo stesso la transitabilità sino al varco all’altezza della strada dei Cappuccini, si sana pertanto, con la migliore soluzione realizzabile, una condizione di annosa illegalità. Ricordiamo, a tal proposito, che l’ex assessore alla viabilità è stato rinviato a giudizio proprio per l’omissione relativa alla adozione dei provvedimenti di legge per il ripristino dei valori di legge.

Le polemiche e le speculazioni sono pertanto da ritenersi assolutamente fuori luogo il rispetto delle leggi non può essere messo in discussione”.

(9)

Share Button