Foligno, 31 marzo 2021 – La Sacra Rappresentazione del Venerdì Santo di Fiamenga non si ferma. Fede, tradizione, arte tornano ad intrecciarsi per dare vita a un messaggio universale di speranza e amore. Il teatro diventa “cinema” e va in onda su YouTube. Nella sera di venerdì 2 aprile la messa in scena della vita, morte e resurrezione di Gesù entrerà nelle case di ognuno; mentre le luci del palcoscenico di Fiamenga resteranno spente, la tradizione si rinnoverà ancora, grazie alla tecnologia e alla passione.
In questo anno di sofferenze e restrizioni il Gruppo Sacre Rappresentazioni di Fiamenga ha deciso di far sentire la sua voce e soprattutto il suo messaggio, portandolo a casa di ogni spettatore che anno dopo anno ha affollato le vie di Fiamenga.

Il regista Francesco Fratini, insieme ai suoi collaboratori più stretti, si è messo al lavoro e ha reso possibile un nuovo spettacolo. Al posto delle solite prove quest’anno a Fiamenga ci sono state delle vere e proprie riprese, con l’aiuto del videomaker Andrea Caroppo. Grazie alla partecipazione di un numero ristrettissimo di attori, che si sono alternati sul palco, nel rispetto di tutte le norme di distanziamento sociale, sono state registrate nuove scene sul tema “Guardiamo il Crocifisso e apriamo il Vangelo”. Nel ruolo di Gesù, ancora una volta Luigi Ciancaleoni. Tra gli altri partecipanti e appassionati amici del Venerdì Santo di Fiamenga anche Andrea Paris, vincitore di Tu Si Que Vales, che ha accettato con piacere di tornare a recitare per questa manifestazione. Le nuove scene sono state poi montate con immagini delle precedenti edizioni. Vedrete infatti un vero e proprio spettacolo, un film del Venerdì Santo di Fiamenga.

Era il 1974 quando un piccolo gruppo di ragazzi diede vita alla prima rappresentazione del Venerdì Santo di Fiamenga, da quel momento, la magia si è ripetuta ogni anno e fino al 2020 soltanto la pioggia aveva avuto il potere di far sospendere, e solo in parte, questa tradizione. La pandemia ha immobilizzato tutto e tutti e anche la Sacra Rappresentazione non è stata immune, lo scorso anno tutto è stato congelato, ma quest’anno l’esigenza di far sentire la voce della fede ha spinto gli organizzatori a guardare oltre le restrizioni per innovarsi ed inventare un nuovo modo di esserci. L’edizione 2021 del Venerdì Santo di Fiamenga è più che mai un’esigenza; in questo tempo di prova e dolore per molte famiglie il Gruppo Sacre Rappresentazioni e tutta l’Unità Pastorale Giovanni Paolo II sente il bisogno di un messaggio di fede limpido e chiaro, capace di portare la speranza dove c’è incertezza, il sollievo dell’unione dove si perpetua l’isolamento. Così anche quest’anno, come da 47 anni, la recitazione diventa strumento al servizio del messaggio cristiano e il Vangelo prende forma.

Negli anni la Sacra Rappresentazione del Venerdì Santo di Fiamenga è diventata un vero e proprio teatro di piazza ed è arrivata a coinvolgere oltre 600 persone tra attori, tecnici, costumisti ecc, quest’anno la partecipazione è stata notevolmente ridotta e le scene di folla sono state montate grazie alle registrazioni del passato. “Ci è dispiaciuto moltissimo non poter coinvolgere i tantissimi amici che hanno reso possibile questa manifestazioni negli anni – dicono gli organizzatori – ma rispettare tutte le norme di sicurezza è stata una priorità assoluta.

Abbiamo registrato ogni scena con il massimo scrupolo, sul palco c’erano sempre pochissime persone e sempre molto distanti e con la mascherina in ogni momento in cui non veniva fatta un’inquadratura frontale. Nel montaggio vedrete anche dei dialoghi con persone vicine, ma quando non sono stati presi da video degli anni precedenti, sono stati realizzati facendo riprese singole poi montate insieme”.

Il video verrà pubblicato nel Canale YouTube Parrocchia San Paolo Foligno, venerdì 2 aprile e resterà disponibile per tutti quelli che vorranno vivere questo momento di ascolto.

(157)

Share Button