Foligno, 31 marzo 2021 – Mancano esattamente 47 giorni all’arrivo del Giro d’Italia a Foligno e la città della Quintana è già al lavoro per la realizzazione dell’evento. Lungo la ripa del fiume Topino si sta effettuando lo sfalcio delle erbe mentre sono all’opera gli operai di una ditta specializzata per installare luci colorate sotto al ponte di porta Firenze. Della “tolettatura” dell’erba, la ripa ne aveva davvero bisogno: la vegetazione era cresciuta a dismisura dopo le piogge e tutti coloro (sono tanti) abituati a fare passeggiate e camminate nel verde avevano segnalato la necessità di una pulizia. Lo sfalcio delle erbe è eseguito dal Consorzio di Bonifica di cui è presidente Paolo Montioni. La bonifica avviene ogni 40-50 giorni.

La carovana rosa arriverà in città lunedì 17 maggio, al termine dei 140 km della decima tappa in partenza da L’Aquila, dopo aver toccato i comuni di Terni (Piediluco), Arrone, Montefranco, Spoleto, Campello sul Clitunno e Trevi. Come già annunciato, la corsa rosa partirà l’8 maggio da Torino e si concluderà il 30 maggio in piazza Duomo a Milano. La 10° tappa sarà la prima che coinvolgerà il territorio umbro nei 140 chilometri – dislivello di 1.300 metri – del tracciato. Tappa breve destinata alla volata di gruppo dopo le fatiche dei giorni precedenti e prima del giorno di riposo. Nessuna difficoltà particolare da segnalare per giungere a un arrivo da volata già collaudato sia al Giro che alla Tirreno-Adriatico, fanno sapere gli organizzatori.

L’11° tappa riprenderà mercoledì 19 maggio: 163 chilometri con partenza da Perugia e arrivo in Toscana con passaggio anche per Magione: Sarà breve, ma molto intensa. Gli ultimi 70 km presenteranno 35 km di sterrato divisi in 4 settori. Il primo è una vera salita impegnativa (Castiglione del Bosco), gli altri sono in leggera salita, ma la loro configurazione e il fondo stradale renderanno la tappa di Montalcino degna di un tappone alpino come difficoltà tecnica.

(14)

Share Button