Città di Castello, 1 aprile 2021 – Nei giorni scorsi, i Carabinieri del NORM della Compagnia di Città di Castello, hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio di Sorveglianza di Perugia, a carico di un 40enne del posto.

L’uomo, condannato nel 2018 per alcuni gravi delitti inerenti gli stupefacenti, da alcuni mesi era stato affidato in prova ai Servizi Sociali affinché seguisse un percorso di recupero, con la ovvia prescrizione di tenere un comportamento corretto e di evitare ogni situazione che potesse sfociare in condotte illecite.

Alcuni giorni orsono, però, il predetto, si è reso protagonista di un episodio che ne ha determinato l’aggravamento della misura in atto. Infatti, lo stesso, recatosi davanti ad un istituto scolastico del centro tifernate, nella tarda mattinata, proprio a ridosso della porta, nella presumibile volontà di schernire l’istituzione scolastica, ha calato i pantaloni, commettendo atti osceni.

L’atto, notato dal personale della scuola, presente all’interno nonostante l’assenza degli studenti, è stato immediatamente segnalato alla Centrale Operativa dei Carabinieri della Compagnia di Città di Castello che ha subito inviato l’equipaggio in turno dell’Aliquota Radiomobile.

Gli accertamenti eseguiti dai militari, nonostante i pochi elementi riusciti a fornire dal personale della scuola, hanno tuttavia consentito in pochi minuti di risalire all’identità dell’uomo, ben conosciuto dei Carabinieri, che poco dopo lo hanno rintracciato denunciandolo per l’ipotesi di reato di atti osceni.

Comportamento che ha indotto l’Ufficio di Sorveglianza di Perugia, che lo aveva affidato in carico ai servizi sociali, in virtù della condanna che doveva espiare, a sospendere tale misura alternativa, atteso il comportamento tenuto dall’uomo.

Tratto in arresto dai Carabinieri è stato, quindi, condotto alla casa circondariale di Perugia Capanne.

(22)

Share Button