Magione, 1 aprile 2021- Vigliacchi per non usare un altro termine, perchè chi uccide un animale o ne provoca la sofferenza è una persiona senz’anima. Chi compie atti simili, ragazzo o adulto che sia, è un individuo pericoloso socialmente, che deve essere assicurato alla giustizia senza se e senza ma.   Oggi, hanno sparato con la carabina a uno dei gatti della colonia felina, I ragatti del lago. Il fatto è avvenuto a Sant’Arcangelo di Magione. Ignoto l’autore del gesto. A renderlo noto la responsabile Francesca Brugiati. La colonia dove il gatto aveva trovato accoglienza è certificata dall’Asl 1 Umbria, curata, insieme alla responsabile, da due volontarie.

“Un fatto deplorevole – commenta la responsabile –. Sicuramente devono aver sparato da un’abitazione perché nessuno in momenti come questi, con i controlli stradali che ci sono, viaggia in auto con una carabina. Il gatto ferito è tornato alla sua cuccia in colonia dove lo abbiamo trovato ed immediatamente ricoverato per le cure del caso”.

“Recentemente la colonia – fa sapere – è stata spostata nella zona dell’ex depuratore, vale a dire che dalla darsena dei pescatori è arretrata di un 150 metri ritrovandosi così in un posto isolato dove si vedono raramente delle persone. Probabilmente, sentendo delle voci umane ed essendo animali docili, i più audaci si sono avvicinati alle case. Cosa che deve aver infastidito molto qualcuno che ha pensato bene di eliminarlo sparandogli.”

“Avuto il verbale del medico veterinario – conclude – lo consegneremo alle autorità preposte. Ricordo, che il maltrattamento degli animali è considerato reato, ed è punibile con sanzioni amministrative e penali.”

 

(6)

Share Button