Perugia, 7 aprile 2021 – L’emergenza sanitaria e tutte le dinamiche imposte dalla pandemia in corso hanno contribuito ad un’accelerazione senza precedenti della digital transformation e, in particolare, alla crescita dei canali di commercio elettronico. La Cina, divenuta il più grande mercato retail al mondo nel 2020 (superando gli Stati Uniti), è da anni all’avanguardia dell’innovazione digitale e dell’e-commerce/mobile commerce, e offre alle aziende italiane ed internazionali, una grande opportunità di business e, allo stesso tempo, pone sfide e quesiti su come navigare questo mercato ampio ma competitivo.

L’argomento appare di sicuro interesse in quanto costituisce uno dei cd. “Pilastri Strategici per l’Export”, il VI°, di recente sottoscritto tra le istituzioni e il mondo imprenditoriale, che prevede la nuova dimensione fieristica consistente in eventi “virtuali”, un approccio offline-online per ampliare i Paesi esteri ove collocare nuovi prodotti italiani; facilitare l’accesso delle PMI alle piattaforme di e-commerce anche con l’accompagnamento di intermediari digitali; la necessità di investire su nuove competenze professionali come i Temporary Export Manager (TEM) e i Digital Export Manager per sostenere l’accesso delle imprese italiane nei mercati esteri.

Sotto questo profilo risulta importante l’attività di informazione e formazione delle aziende soprattutto nei riguardi delle PMI che a differenza delle grandi imprese, non sono a volte capaci di avere accesso a determinati strumenti. Non è un caso che Sviluppumbria e la Regione dell’Umbria hanno destinato fondi e facilitazione per le PMI per sopperire a tali esigenze.

Giovedì 8 aprile dalle 17.30 alle 19.00 durante il webinar “Il mercato cinese attraverso l’e-commerce, anche in modalità Cross-Border” ne parleranno l’Avv. Paolo Spacchetti, Studio Legale Spacchetti per gli aspetti giuridici e contrattuali, l’Avv. Sara Formichetti, TaxWise Avvocati e Tributaristi per quelli fiscali e doganali. Interverrà anche il Dott. Manfredi Minutelli, Head of Country Key Accounts & Government Relations Italy, Spain, Portugal and Greece del Gruppo Alibaba.

Gli esperti affronteranno il tema dell’e-commerce destinato al mercato cinese, inquadrando l’istituto sotto il profilo legale, commerciale e fiscale, sia dal fronte italiano che da quello cinese. Di particolare interesse la modalità cross-border, modello di e-commerce transfrontaliero che consente la vendita di prodotti stranieri evitando, nel caso della Cina, la procedura di autorizzazione presso le autorità cinesi, altrimenti obbligatoria per le esportazioni attraverso i canali tradizionali. Le operazioni cross-border, però, presentano delle implicazioni fiscali, che combinano principi del commercio digitale e disciplina dell’Imposta sul Valore Aggiunto.

Seguirà l’intervento di Alibaba, che offrirà una panoramica del suo ecosistema di piattaforme digitali, come Tmall e Tmall Global, che raggiungono quasi 800 milioni di consumatori cinesi attivi, e illustrerà le caratteristiche del “New Retail”, un modello che elimina le barriere tra commercio fisico e online, consentendo al consumatore un’esperienza d’acquisto immersiva e personalizzata.

 

(13)

Share Button