Perugia, 12 aprilòe 2021 – I Carabinieri di Perugia rispondono alle esigenze di sicurezza del Capoluogo e del suo hinterland e, in particolare, al contrasto di quegli episodi di microcriminalità che destano particolare allarme sociale tra la collettività, da perseguire con immediatezza ed efficacia. Ciò avviene attraverso un massiccio dispiegamento di pattuglie che controllano, senza soluzione di continuità, tutto il territorio di competenza, incrementando così la sicurezza percepita da parte della cittadinanza.

 Nel corso della mattinata di ieri, infatti, i Carabinieri della Sezione Radiomobile del N.O.R. della Compagnia di Perugia hanno deferito in stato di libertà, per violazione della legge sull’immigrazione, un 25enne tunisino, senza fissa dimora, disoccupato, già noto ai Carabinieri.

In particolare, nel pomeriggio del 10 aprile u.s., in questa Piazza Vittorio Veneto, il predetto è stato controllato da una pattuglia dell’Esercito Italiano, impiegata in servizio di vigilanza e controllo nella zona della Stazione di Fontivegge.

Da successivi accertamenti in Banca Dati esperiti dai militari della Sezione Radiomobile, prontamente intervenuti sul posto, il giovane è risultato inottemperante all’ordine del Questore di Perugia, notificatogli il 30 marzo u.s., che prevedeva l’obbligo, in capo al medesimo, di abbandonare il territorio italiano entro il successivo 6 aprile.

Per il ragazzo è scattata, pertanto, la denuncia e il contestuale invito ad ottemperare all’ordine di espulsione.

(6)

Share Button