Perugia, 20 aprile 2021 – Né le misure restrittive connesse alla pandemia né i costanti controlli su strada da parte delle Forze di polizia sembrano scoraggiare trafficanti ed assuntori di sostanze stupefacenti. A pochi giorni dagli ultimi due fermi, i finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di finanza hanno tratto in arresto un cittadino italiano di Bastia Umbra che trasportava, a bordo della propria automobile, un chilo di hashish suddiviso in 10 panetti.

Durante un’attività di monitoraggio del territorio, nel quartiere Ponte San Giovanni, i finanzieri, individuato il veicolo sospetto, gli hanno intimato l’alt. Il conducente, in evidente stato di agitazione, aveva occultato, in una busta della spesa, l’ingente quantitativo di hashish, destinato alle locali piazze di spaccio.

Nel corso della successiva perquisizione dell’abitazione, sono stati rinvenuti anche 20 grammi di cocaina. L’uomo, cinquantaquattrenne incensurato e, allo stato, disoccupato, su disposizione del Pubblico Ministero, è stato tradotto presso la casa circondariale di Capanne.

L’operazione s’inquadra nell’ambito del dispositivo di contrasto al traffico di sostanze stupefacenti, disposto dal Comando Provinciale di Perugia, al fine principale di garantire, tramite l’attento e mirato controllo del territorio, la sicurezza delle strade e dei cittadini.

In tale contesto, dall’inizio dell’anno sono stati già sequestrati circa 40 kg di hashish.

(19)

Share Button