di PAOLA LUNGAROTTI, sindaco di Bastia Umbra

Bastia Umbra, 21 aprile 2021 – Lapalissiano o forse una disattenzione, se il territorio di Bastia fosse di 27 mq il problema non sussisterebbe. Ma al di là di un refuso, così si spera, dei rappresentanti del Direttivo Unione Comunale PD Bastia e del Gruppo Consiliare PD Bastia, c’è qualcosa che non torna, o forse torna: la oramai conclamata retrovia del PD.Escono oggi con un comunicato a difesa della comunità sul problema degli spargimenti dei reflui zootecnici, dopo l’assenza e il silenzio.

La comunità va difesa con continuità e con le giuste valutazioni. I rappresentanti del  PD bastiolo, va ricordato alla cittadinanza, hanno partecipato alla prima convocazione della seconda commissione apprezzando l’impegno dell’Amministrazione nel richiedere un parere legale, non ha partecipato però alla seconda convocazione dimostrando palesemente nessun interesse in merito. Durante l’ultimo Consiglio Comunale del 7 aprile inoltre si sono limitati a bocciare, con un laconico “contrario” la modifica dell’articolo 115 dimostrando di non avere argomentazioni su quanto si stava deliberando.

Il “contrario a che”, lo leggiamo oggi, dopo una lunga e difficile gestazione, per il semplice motivo che non vi sono possibilità di pareri contrari rispetto ad un articolo vetusto che le norme nazionali e regionali, tra le quali quest’ultime approvate da un governo di centro sinistra, non legittimano.  Se è così che si difende la comunità, allora i 27 mq sono uno svarione.
Ciò che questa Amministrazione sta facendo è proprio la tutela del  proprio territorio e non a chiacchiere, ma con i fatti, a cominciare  subito dal   14 aprile con il primo incontro con i vertici dell’Arpa.

Mi trovo a ripetere che proprio durante questo incontro è stato costituito un tavolo tecnico, coordinato dalla dr. Debora Berti responsabile del servizio Ambiente del Comune di Bastia Umbra per redigere un protocollo operativo da presentare alle comunità esposte all’utilizzo degli effluenti zootecnici.  In più il 19 aprile ci è pervenuta dall’ARPA una mail a firma della dirigente responsabile del territorio Assisi-Bastia  dove ci informano che sarà redatta  entro fine mese una relazione riportante l’andamento della concentrazione di nitrati nei pozzi dei Comuni di Bastia Umbra e Bettona. Dal 7 al 19 aprile già due impegni esplicitati.

Quindi al Direttivo Unione Comunale PD Bastia e al Gruppo Consiliare PD Bastia, ricordiamo che stiamo dimostrando fatti e non chiacchiere, sempre e comunque nel rispetto delle norme e dei diritti, pubblici e privati, riconosciuti dal nostro ordinamento.

 

(28)

Share Button