Articolo a cura di GINO GOTI

Perugia, 26 aprile 2021 – Cresce il numero delle maglie storiche e gloriose del Ciclismo Umbro che si stanno raccogliendo che saranno esposte nella grande mostra nelle vetrine del centro storico di Perugia in occasione della tappa del giro d’Italia del 17 maggio che si concluderà a Foligno, del giorno di riposo del 18 e della partenza da Perugia il 19 maggio della tappa del “vino” che si concluderà a Montalcino.

Ci saranno le maglie di Carlo Brugnami, (nella foto) di Eros Capecchi, già campione italiano allievi e attuale professionista, quelle storiche di Luca Panichi, quelle della pluricampionessa italiana Monia Baccaille di Marsciano, quelle di Salvatore Puccio per anni alla Petrignanese e attualmente in forze allo squadrone della INEOS, quelle del Circolo dipendenti della Perugina, quelle di anziani cicloamatori come Giorgio Castraberti che ha percorso in bici oltre 500.000 km., quelle della mitica Ponte Vecchio, quella rosa della Ziliute conquistata a Umbertide in una tappa del giro femminile, quelle del giovane e promettente Corradini negli U.23, nipote del mitico Arcangeli, “il roscio del Piccione”, campione degli anni 30/40 del secolo scorso, quelle di Roberto Chiappa olimpionico della pista e per anni in forza alla Torgianese, quelle di numerosi gruppi sportivi di cicloamatori non meno significative delle magli di professionisti umbri affermatisi sulle strade e sulle piste italiane ed europee.

Sarà insomma ripercorrere il ciclismo umbro attraverso i colori delle maglie e di alcune gigantografie quando della maglia è rimasta solo l’immagine.

(5)

Share Button