Assisi, 3 maggio 2021 – Gli agenti del Commissariato P.S. Assisi, allertati dal direttore di un supermercato di Santa Maria degli Angeli, sono intervenuti in ausilio dell’addetta alla sicurezza, aggredita da una cliente che si era rifiutata di indossare la mascherina.

Come previsto dai protocolli di sicurezza, la donna, cittadina italiana 56enne, avrebbe dovuto procedere alla misurazione della temperatura, all’igienizzazione delle mani e soprattutto avrebbe dovuto indossare il dispositivo individuale di sicurezza della mascherina.

Già nota alle Forze dell’Ordine in quanto si era già in passato resa responsabile di un analogo episodio, la donna reagiva con ira e aggressività nei confronti di un‘addetta alla sicurezza e dello stesso direttore intervenuto per cercare di sedare la lite. Tanta la veemenza e l’ostinazione della cliente ad entrare nel supermercato senza rispettare le misure di sicurezza che si scagliava contro di loro, procurandogli attraverso dei graffi delle abrasioni sulle mani.
Giunti sul posto, gli agenti di polizia riuscivano a fermare la donna che, incurante della loro presenza, rivolgeva loro insulti e minacce, rifiutandosi infine ostinatamente di fornire i documenti validi per la sua identificazione.

In preda ad una situazione sempre più delirante, si avventava contro un poliziotto cercando, senza riuscirvi, di strappargli il telefono dalle mani con il quale stava chiamando la Sala Operativa.

Con estrema professionalità gli agenti riuscivano a riportare la situazione alla calma e acquisiti i suoi dati, procedevano alla denuncia della donna in stato di libertà per il reato di resistenza a pubblico ufficiale e sanzionata per la normativa covid.
Il direttore e l’addetta alla sicurezza si recavano presso il locale nosocomio per le cure del caso. (Nella foto, la dirigente del Commissariato di Assisi, Francesca De Luca)

(8)

Share Button