Assisi, 7 m,aggio 2021 – La giunta comunale ha approvato il progetto “DESTINAZIONE ASSISI”, un piano di marketing turistico finalizzato all’attività di programmazione dell’amministrazione comunale nel settore dell’accoglienza per lo sviluppo dell’immagine attrattiva della città e quindi delle imprese turistiche del territorio.

E’ stato deciso di proseguire le azioni già avviate nel triennio 2018-2020 ma anche di mettere in cantiere nuove iniziative con l’obiettivo di attuare al più presto una ripresa del turismo di Assisi, drammaticamente compromesso dall’emergenza sanitaria causata dalla pandemia da Covid-19. In merito alle cose concrete da realizzare, al primo punto c’è il pacchetto relativo a una promozione integrata di Assisi da veicolare come “destinazione” privilegiata per la fruizione di forme di turismo sicuro (turismo slow, all’aria aperta, del bike, dei cammini, del relax & benessere) in coerenza anche con le linee di prodotto sviluppate nel Catalogo Prodotti (come previsto dal progetto Destinazione Assisi). E su questo va aperta una parentesi. Il piano, elaborato con la consulenza di Incipit Consulting, è stato articolato in tre passaggi fondamentali. Il primo, Profilazione turistica, finalizzato a delineare la tipologia dei turisti che scelgono Assisi come meta turistica. Il secondo, Definizione dei prodotti turistici, dedicato a tratteggiare i prodotti turistici della destinazione Assisi in accordo con i suddetti profili. Infine il terzo passaggio, denominato Performance Management, indirizzato a misurare la consistenza effettiva (inclusa la loro distribuzione nel tempo) dei diversi profili rilevati alla destinazione.

A tal proposito si segnala che il sistema di Performance Management, e la sua implementazione basata sui big data dei dispositivi radiomobili, ha ottenuto l’attenzione del 24° RAPPORTO SUL TURISMO ITALIANO coordinato dal CNR che conterrà un contributo specificamente dedicato all’analisi di questo innovativo progetto. La presentazione del rapporto è programmata in occasione dell’edizione 2021 della Borsa italiana del turismo di Milano (9-11 maggio 2021).

Tornando agli altri obiettivi approvati in giunta, l’amministrazione si prefigge il compito di un’interlocuzione continua con la Regione e il Governo per il riconoscimento della centralità di Assisi per il turismo regionale e nazionale, centralità che va guadagnata con una promozione della città su media, online e social (immagini della ‘grande e inedita bellezza’ nei giorni di chiusura), grazie alla collaborazione con famiglie francescane e Diocesi, e con una promozione attraverso la partecipazione alla Fondazione Umbria Film Commission e con il sostegno a produzioni televisive e cinematografiche (come la fiction “Che Dio ci aiuti” che ha registrato per le 20 programmazioni in prima serata su Rai1 uno share compreso tra il 22-25 % raggiungendo oltre 6 milioni di telespettatori e il programma Ulisse, per la stessa rete, che ha scelta la città di Assisi per una puntata di prossima programmazione, la cui serie sta registrando ottimi dati di ascolti).

Ovviamente per essere il più efficace possibile Assisi assumerà il ruolo di capofila in progetti con le principali città turistiche italiane (Roma, Firenze, Napoli) e nella partecipazione a bandi regionali ed europei aventi ad oggetto la filiera turistica.

(8)

Share Button