Magione, 8 maggio 2021 – Il giardino sensoriale al nido comunale Paperino di Magione è una realtà. L’inaugurazione ha avuto luogo alla presenza di tutti i soggetti che hanno collaborato alla sua realizzazione: Eleonora Maghini, assessore alle politiche scolastiche del Comune di Magione; Giuseppina Marcantoni, responsabile area socio educativa del Comune; Gianfranco Piombaroli, presidente cooperativa Polis; Moreno Lodovichi, responsabile cooperativa Isola; Martina Pedrazzoli agronoma e Serena Fabbretti, architetto (Aprus Soc. Coop) architetto che hanno realizzato il progetto; Robert Bonini e tutte le operatrici del nido a cui spetterà il compito dell’utilizzo del nuovo spazio.

“Questo giardino – ha commentato l’assessore Maghini – è frutto di una collaborazione in cui ognuno ha messo un tassello con entusiasmo e competenza creando una struttura che è un fiore all’occhiello per tutto il territorio.” “Uno spazio esperienziale – hanno aggiunto i rappresentanti delle due cooperative – fondamentale per insegnare ai bambini l’emozione dell’attività generativa. Nei servizi alla persona, soprattutto se parliamo dei più piccoli, è fondamentale che si creino condizioni educative che aiutino a vivere delle emozioni e questo giardino crediamo ne sia un esempio”.

All’interno dello spazio, come hanno spiegato le due progettiste, ci sono angoli per la lettura con pavimentazione antiurto e una pergola accanto a cui è stata piantata dell’uva fragola che, crescendo, non solo farà ombra ma offrirà l’occasione di poterne vedere anche i grappoli. Due bacheche, una per la pittura e una per la musica realizzata con oggetti di uso quotidiano; un percorso di stampo montessoriano da fare a piedi nudi costituito da diversi materiali (sassi di diverse misure, corteccia, prato e legno), grandi casse di legno ad altezza di bambino per la piantumazione delle diverse piante e un lavatoio sono i diversi elementi che lo completano.

“Con questo giardino – spiega Robert Bonini – aggiungiamo un altro importante tassello all’educazione del rispetto per l’ambiente che fa di questo nido un esempio virtuoso di come creare una coscienza ecologica fin dalla più tenera età. Potremmo dire, anche se amministrazione e cooperative sono sempre attive per migliorarne la qualità, che i bambini possono vivere un’esperienza di ciclo dei rifiuti completo grazie anche al sistema di compostaggio donato da Tsa. Al momento i bambini già effettuano la differenziata gettando i resti del cibo nella compostiera. Tra qualche mese il concime prodotto verrà utilizzato per rendere più fertile la terra delle cassette in cui verranno effettuate le piantumazioni”.

“I progetti per questo spazio – conclude l’assessore Maghini – sono in continua evoluzione e non si fermano qui. Crediamo nel valore dell’educazione ambientale fin dalla primissima età e la risposta dei più piccoli è entusiasmante. A inizio anno è stata realizzato a cura del comune anche un giardino all’ingresso della struttura e un’area ecologica per la raccolta differenziata. L’importanza di avere spazi belli e adeguati a fianco di un progetto educativo stimolante e un équipe qualificata sono elementi necessari a rispondere alle esigenze del bambino e stimolarne lo sviluppo delle potenzialità cognitive, affettive e relazionali”.

Al nido sono aperte le iscrizioni che si chiudono il prossimo 9 giugno. Per informazioni: Maria Luisa Petrelli 075/8477069; Cira Ruggiero 075/8477073;
Giuseppina Marcantoni 075/8477047.
Bando e modulistica: https://bit.ly/3uqXAh0

(14)

Share Button