Perugia, 13 maggio 2021 –  Università per Stranieri di Perugia, Consiglio Nazionale delle Ricerche (C.N.R.), Istituto per i Sistemi Agricoli e Forestali del Mediterraneo (ISAFOM) e Istituto per i Sistemi Biologici (ISB) hanno fatto squadra per dar vita ad un’iniziativa formativa di alto portato scientifico destinata gratuitamente a tutti gli studenti dell’Università per Stranieri di Perugia.

Si tratta di un corso di formazione dedicato a “Sviluppo sostenibile, risorse naturali ed economia verde e circolare”, temi che coinvolgono molte delle discipline insegnate nell’ambito dei corsi di laurea dell’Ateneo, e che riguardano da vicino quelli di Made in Italy, cibo e ospitalità e Studi internazionali per la sostenibilità e la sicurezza sociale.

 La sostenibilità, infatti, è da almeno un decennio ambito di sviluppo cruciale in qualunque settore applicativo, ove si pone urgente domanda di formazione al mondo dell’Università.

La Stranieri, con questa iniziativa, vuol corrispondere alla preparazione di profili professionali nuovi, rispondenti alle esigenze del mercato del lavoro in questo settore.

 Il corso si articola in 6 incontri, tenuti da Piero Ciccioli membro del Consiglio Nazionale delle Ricerche (C.N.R.), ed in esso dell’Istituto per i Sistemi Agricoli e Forestali del Mediterraneo (ISAFOM) e dell’Istituto per i Sistemi Biologici (ISB), e da Roberto Altieri, coordinatore del Progetto Sansoil (creazione di un compost idoneo a sostituire la torba in vivaio).

L’iniziativa prenderà avvio il 17 maggio prossimo con un seminario dedicato ai principi dello sviluppo sostenibile, e terminerà il 3 giugno successivo con la presentazione degli elaborati degli studenti, i quali riceveranno insieme ai crediti formativi un attestato del C.N.R. e vedranno pubblicati nel sito di riferimento di ERASMUS+ i loro lavori.

”La collaborazione con Piero Ciccioli e il CNR – sottolinea Giovanni Capecchi, presidente del corso di laurea Made in Italy, cibo e ospitalità (MICO) e organizzatore dell’evento scientifico – è nata nell’ambito del MICO: i temi che egli affronta riguardano infatti, in maniera significativa, gli ambiti del turismo e del cibo. Tuttavia, essendo gli argomenti così importanti e trasversali a diversi corsi di laurea, la formazione è stata aperta a tutti gli iscritti all’Università per Stranieri, ed è assolutamente gratuita”.

Questo corso di formazione – ha spiegato poi Piero Ciccioli – offrirà dapprima un’introduzione ai principi della sostenibilità ambientale, con particolare attenzione rivolta verso gli approcci socio-economici finalizzati a favorire un minore impatto sull’ambiente e sul consumo di risorse naturali. Successivamente, saranno presentati gli elementi attorno a cui ruota la sostenibilità ambientale stessa, ovvero le risorse naturali e il loro utilizzo. Ciascuna risorsa sarà illustrata attraverso la sua rinnovabilità, origine, funzione ecosistemica e uso che ne fa l’uomo, evidenziando in tal senso tecnologie e buone pratiche utili a promuoverne l’utilizzo sostenibile. Verranno approfonditi, infine, i modelli di economia verde e circolare volti ad armonizzare sostenibilità ambientale e crescita economica.

Lo scopo – ha concluso lo studioso del C.N.R. – è quello di orientare gli studenti verso le opportunità formative e professionali che l’Europa offre (e continuerà sempre più a offrire nel futuro prossimo) nel settore della sostenibilità ambientale, fornendo loro strumenti conoscitivi rigorosi, necessari ad effettuare in maniera consapevole un successivo percorso di approfondimento, senza il rischio di venire fuorviati dalla cattiva informazione che spesso affligge questo tema”.

(Foto di repertorio)

(11)

Share Button