Perugia, 25 maggio 2021 – Oggi 25 maggio ricorre la Giornata internazionale dei bambini scomparsi, un’occasione per tenere sempre alta l’attenzione su un fenomeno preoccupante. La Polizia di Stato, su tutto il territorio nazionale ha promosso una campagna di sensibilizzazione, anche per sottolineare l’importanza dell’effettuazione delle denunce nell’immediatezza dell’evento.

La Polizia di Stato da sempre attenta a tutelare le fasce più deboli e in particolar modo i minori, dal 2000 ha aderito al network internazionale (che ora conta 30 Paesi) dell’Icmec (International Centre for Missing & Exploited Children) attivando il sito italiano per i bambini scomparsi – it.globalmissingkids.org.
Sul sito web, gestito dalla Direzione centrale anticrimine, oltre a consigli e informazioni, vengono pubblicati anche i casi di minori scomparsi.
La scomparsa di minori rappresenta sempre una situazione che deve essere gestita senza ritardo e senza tralasciare nessuna possibilità di ricerca. Al riguardo esistono delle linee guida emanate dal Commissario straordinario del governo per le persone scomparse e i piani provinciali di ricerca adottati dai prefetti.

Si ricorda che oltre ai numeri di emergenza e pronto intervento – 113 e 112 NUE – esiste il numero unico europeo 116000; un servizio dedicato ai minori scomparsi, affidato, dal ministero dell’Interno, in gestione a “S.O.S. Il Telefono Azzurro – Linea Nazionale per la Prevenzione dell’Abuso all’Infanzia”.

Anche la Questura di Perugia ha ovviamente preso parte alla suddetta campagna di sensibilizzazione realizzando nella mattinata odierna un presidio informativo in piazza IV novembre con la partecipazione del personale della Divisione Anticrimine e del Posto di Polizia del Centro Storico, alla presenza del Questore Antonio SBORDONE, del Dirigente la Divisione Anticrimine Dr. Alessandro DRAGO e del Funzionario Addetto alla Divisione Dr. Maria Celeste BRUNI, al fine di richiamare l’attenzione dei cittadini sulla citata tematica e sulle altre campagne promosse dalla Polizia di Stato, con particolare riferimento al contrasto del fenomeno del cyberbullismo e della violenza di genere.

 

(9)

Share Button