Archivi, potere e democrazia: il caso dell’’archivio di Radio Radicale: 27 maggio 2021, ore 14:00-16:00 organizzata dalla Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica dell’Archivio di Stato di Perugia

Perugia, 25 maggio 2021 – Un’occasione per conoscere la preziosa documentazione dell’archivio di Radio Radicale, dichiarato di “notevole interesse storico” dalla Soprintendenza archivistica del Lazio nel dicembre del 1993 e nel 2019, è promossa dalla Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica presso l’Archivio di Stato di Perugia con una lezione seminariale che si terrà online il 27 maggio 2021, dalle ore 14:00 alle 16:00.

Il ruolo pionieristico, svolto da Radio Radicale nell’introduzione in Italia di un modello di informazione politica profondamente innovativo e caratterizzato dalla totale assenza di tagli e di selezione dei contenuti, al fine di mettere gli ascoltatori in condizione di ‘conoscere per deliberare’, ha portato alla creazione di un archivio complesso con materiale “Istituzionale” (Parlamento europeo, Camera e Senato, Consigli regionali e degli Enti locali e relative commissioni), dei Partiti, dei movimenti politici delle associazioni, sindacati (Assemblee, comizi, manifestazioni, interviste, interviste per strada, conduzioni), “Giudiziario” (Processi, sedute del CSM, rubriche sulle questioni della giustizia), “Culturale” (presentazione di libri, convegnistica, lezioni universitarie, rubriche letterarie), Rubriche varie di approfondimento (politica internazionale, bioetica, religione).

L’archivio contiene le voci di più di duecentoquarantamila oratori e seicentomila schede di registrazione tra convegni, dibattiti, processi, sedute parlamentari, sedute del CSM, interviste etc… oltre venticinquemila udienze di processi, tremilatrecentocinquanta tra congressi di partiti, associazioni o sindacati, più di trentatremilacinquecento tra dibattiti e presentazioni di libri, la quasi totalità dei lavori d’aula di Camera e Senato dalla fine del 1976 ad oggi e i lavori di molte commissioni parlamentari. Più di tredicimila sedute parlamentari e oltre centodiecimila interviste.

Durante l’incontro verranno presentate anche le centinaia di registrazioni effettuate in Umbria dalla Radio che riguardano i processi (dall’omicidio Pecorelli al presunto rapimento Shalabayeva), iniziative istituzionali e culturali, alle manifestazioni e ai congressi e dibattiti promossi dall’associazionismo locale.

La lezione tenuta da Guido Mesiti e da Andrea Maori, rispettivamente responsabile e collaboratore dell’archivio di Radio Radicale, sarà introdotta da Cinzia Rutili, direttrice dell’Archivio di Stato di Perugia e da Anna Alberti, segretaria della Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica di Perugia. Poichè la conferenza si terrà sulla piattaforma di Microsoft Teams, chi fosse interessato a partecipare può iscriversi mandando una mail a anna.alberti@beniculturali.it entro il 26 maggio.

(5)

Share Button