S’intitola ai giudici Falcone e Borsellino. Investimento di 700 mila euro per 156 posti auto. Accessibile anche quello di Palazzo. Iniziati i lavori a Petrignano

Assisi, 27 maggio 2021 – Lunedì prossimo, 31 maggio, alle ore 11, si inaugurerà il nuovo parcheggio di Rivotorto che sarà  intitolato a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, i due magistrati siciliani vittime della mafia, massacrati insieme alle loro scorte 29 anni fa.

Dopo quattro mesi di lavori, la frazione assisiate avrà la sua area per la sosta con una cinquantina di nuovi posti auto realizzati nei pressi dell’istituto scolastico Fratello Sole, tra via Giovanni Della Genga e via Antonio Liverani.

L’area totale occupata è di 1.292 metri quadrati (al netto della superficie destinata a futuro orrto didattico).

Sono stati ultimati anche i lavori del nuovo parcheggio di Palazzo, lungo viale Michelangelo, nelle adiacenze della scuola Don Miliani dove sono stati istituiti 11 aree sosta, e da lunedì prossimo anche questa struttura sarà a disposizione della comunità.

Intanto sono partiti i lavori per il parcheggio di Petrignano, vicino alla scuola Pennacchi-Masi, dove saranno ricavati 95 spazi per i veicoli.

L’investimento complessivo per i tre nuovi parcheggi è di 700 mila euro (Petrignano 450 mila euro, Rivotorto 170 mila euro, Palazzo 80 mila) per un totale di 156 nuovi posti auto.

“L’obiettivo dell’amministrazione comunale – ha spiegato il vice sindaco Valter Stoppini – è di rendere più agevole la sosta funzionale all’utenza scolastica ma anche di liberare dalle auto gli spazi esterni di pertinenza degli istituti dando così la possibilità di riorganizzare le aree a più consoni fini educativi e ricreativi. Questo discorso si riferisce ai due parcheggi più grandi, quello di Rivotorto e quello di Petrignano, a Palazzo dove lo spazio è più ridotto per le aree sosta va sottolineato che  si recupera e si mette a completa disposizione della collettività una zona finora inutilizzata”.

I sistemi di costruzione sono simili per tutti i tre parcheggi: pavimentazione che garantisce almeno il 50% di permeabilità con stalli in masselli autobloccanti rinverdibili e corsie di manovra asfaltate; è stata posta particolare attenzione ai percorsi pedonali realizzati ove possibile in sede separata in calcestruzzo architettonico o in sede promiscua con colorazioni specifiche del fondo; gli impianti di illuminazione sono a led e alcuni stalli sono dotati di colonnine di ricarica per i veicoli elettrici.

“Si tratta di tre opere pubbliche molto attese dalle comunità – ha affermato il sindaco Stefania Proietti – perché quelle più grandi sono a ridosso di istituti scolastici e vanno incontro alle esigenze dei genitori e dei familiari che accompagnano i ragazzi. Il parcheggio di Rivotorto lo abbiamo voluto dedicare a due magistrati che hanno sacrificato la loro vita nel nome della legalità e sono diventati simbolo dell’impegno contro la mafia”.

 

 

(8)

Share Button