L’incontro alle ore 17, presso la Sala Convegni del Centro Multimediale. Il prof. Virili, archeologo, insegna al Dipartimento di Scienze dell’Antichità della Università Sapienza di Roma

Terni, 28 maggio 2021 – Il  Gruppo Archeologico DLF – Terni  comunica il ritorno alle attività culturali con un nuovo incontro, scaturito da quell’intensa necessità  di stare insieme, di non volersi fermare, nonostante le innumerevoli interruzioni  a cui siamo stati  obbligati.

    Oggi, venerdì 28 maggio, alle ore 17, presso la Sala Convegni del Centro Multimediale, il noto archeologo ed amico Carlo Virili, Dipartimento di Scienze dell’Antichità, Sapienza Università di Roma, con l’affascinante dialettica e la profonda preparazione che lo contraddistinguono, ci  appassionerà  ancora con un tema particolarmente caro:  Ripartire dalle  origini. La protostoria della conca ternana e i processi verso l’urbanizzazione della città di  Terni”.

Non si poteva non parlare di origini, in questo primo atteso appuntamento, quelle origini protostoriche della nostra città “Interamna Nahars“ che troppo spesso siamo soliti dimenticare, risalenti tra la tarda età del bronzo e la prima età del ferro. Dal II millennio a.C  la conca ternana  fu  coinvolta in una serie di manifestazioni archeologiche, tra cui l’impianto della necropoli delle Acciaierie, da cui si evince l’avvio di percorsi socio – economici – politici complessi, i cui esiti si tradurranno in forme di selezione e concentrazione dell’abitato in un’unica sede occupata fino ad oggi. Sempre ad allora  risalgono le ragioni dei processi  dialettici, spesso non  lineari, che condurranno verso l’urbanizzazione della futura  città, la cui “Cultura di Terni” rappresentò una delle più importanti tra quelle dell’Italia protostorica.

Rinsaldando l’antico legame di collaborazione artistica e culturale, l’incontro sarà illegiadrito dalle note del violino di Francesca Stefanini che accompagnerà Stefano de Majo in una breve ed esclusiva performance introduttiva.

Vi  attenderemo, per tornare ai nostri appassionati incontri, rispettando scrupolosamente le norme Covid, così da vivere  innumerevoli nuove emozioni che ci permetteranno di apprezzare nuovamente questa vita così incerta interrotta per troppi mesi,  illuminando quel buio ove siamo stati sprofondati.

(12)

Share Button