Soddisfazione della presidente Tesei: i 167 contratti precari operanti in Umbria Salute e Servizi saranno   trasformati in posti di lavoro a tempo indeterminato

Perugia, 28 maggio 2021 – “Sin dal nostro insediamento abbiamo dato il via ad una riorganizzazione delle società partecipate allo scopo di efficientare funzioni e costi. Efficientare non vuol dire tagliare i servizi, ma bensì ottimizzarli ed offrirne di maggiore utilità, qualità e quantità. Per far questo il personale è fondamentale e in tale ottica, come avevo già preannunciato anche in Consiglio regionale qualche tempo fa, i 167 contratti precari operanti in Umbria Salute e Servizi saranno   trasformati in posti di lavoro a tempo indeterminato, al fine sia, come già detto, di migliorare sempre più i servizi offerti nonché di garantire la salvaguardia dei livelli occupazionali tramite appositi concorsi”.  È quanto ha sostenuto la Presidente della Regione Donatella Tesei in merito all’accordo raggiunto tra Umbria Salute e Servizi e i rappresentanti sindacali, grazie alla grande collaborazione e al clima costruttivo avuto in questi mesi dalle parti, che sarà concretizzato secondo specifici percorsi che premieranno il merito e la competenza dei candidati:

Per i 109 Operatori di Front Office CUP, Umbria Salute e Servizi provvederà ad esperire apposita selezione ad evidenza pubblica per il reperimento delle equivalenti unità di personale di cui 8 verranno riservate a personale appartenente alle categorie protette. La procedura di selezione verrà attuata nel corso del 2021 al fine di garantire che tutti i vincitori del concorso possano essere inseriti in servizio entro la data del 31.12.2021.

Per le 20 unità di personale impiegate da Umbria Salute e Servizi in servizi di supporto la società bandirà le procedure di selezione entro il 31.12.2022 garantendo dette posizioni sino alla data di inserimento in organico dei vincitori tramite ricorso alla somministrazione lavoro – staff leasing

Per le ulteriori 38 posizioni relative al servizio di supporto acquisite dalla società tramite conferimento di servizi operati dalle Aziende Sanitarie nel 2016 e 2017, sarà garantita la continuità nello svolgimento delle attività tramite ricorso alla somministrazione – staff leasing sino all’espletamento dei concorsi a tempo indeterminato finalizzati alla copertura dei posti vacanti (e comunque entro e non oltre il 31.12.2023), che le Aziende Sanitarie attualmente fruitrici dei relativi servizi bandiranno ed espleteranno previo adeguamento della programmazione dei relativi piani triennali del fabbisogno di personale

In attesa di siglare le nuove intese, verrà prorogato l’accordo di prossimità vigente sino alla data del 31.12.2022.

Nella direzione dell’attuazione della fusione tra Umbria Salute e Servizi e Umbria Digitale, che porterà tra l’altro ad un significativo risparmio di risorse pubbliche pur mantenendo alti standard qualitativi dei servivi erogati, è stata approvata oggi dalla Giunta la delibera: “Disposizioni per la fusione per incorporazione di società regionali”. Nel frattempo, continuano periodici incontri con i Sindacati per fornire le informazioni sull’avanzamento dei lavori per la fusione.

(5)

Share Button