Il furto risale alla notte del 18 maggio scorso. Sono indagati a piede libero un 30enne spoletino ed un 40enne di origini albanesi

Spoleto, 8 giugno 2021 – I Carabinieri della Stazione di Spoleto dopo un’accurata e complessa indagine hanno deferito in stato di libertà due uomini, un trentenne spoletino ed un quarantenne di origini albanesi, entrambi già noti alle forze di polizia, ritenuti presunti responsabili del delitto di furto aggravato in concorso.

Il furto risale allo scorso 18 maggio quando, nel corso della notte, ignote persone, dopo aver distrutto una porta a vetro, si erano introdotti all’interno di un bar tabaccheria del centro storico e avevano trafugato sigarette e gratta e vinci per un valore complessivo di diverse migliaia di Euro.

Il furto aveva destato viva preoccupazione nei cittadini anche perché il reato di furto in abitazione oppure in esercizi commerciali porta con sé effetti collaterali aggiuntivi, quali i gravi danni alle strutture, che a volte superano il valore del bottino in sé, oltre alla paura di vedere entrare i ladri in casa.

Un atto che vìola fortemente l’intimità delle persone che, nelle case, custodiscono effetti personali, ricordi e oggetti di valore.

Le buone investigazioni dei militari spoletini, diretti dai Magistrati della locale Procura della Repubblica, hanno portato all’identificazione dei due, quali presunti autori dell’atto criminale.

All’esito delle perquisizioni eseguite presso le rispettive abitazioni è stata rinvenuta parte della refurtiva che verrà poi restituita al legittimo proprietario.

(4)

Share Button