Lo straniero è anche accisato di lesioni personali e interruzione di servizio pubblico

Perugia, 16 giugno 2021 – I Carabinieri di Perugia rispondono alle esigenze di sicurezza del Capoluogo e del suo hinterland e, in particolare, al contrasto di quegli episodi di criminalità che destano particolare allarme sociale tra la collettività, da perseguire con immediatezza ed efficacia.

Infatti, nella prima mattinata di ieri 14 giugno, i militari della Sezione Radiomobile del N.O.R. della Compagnia di Perugia, hanno tratto in arresto, in flagranza del reato di resistenza a Pubblico Ufficiale, un 36enne cittadino nigeriano, residente nella provincia di Bergamo, già noto alle forze di polizia.

In particolare, l’uomo, alle ore 5.30 precedenti, presso la locale stazione ferroviaria di Fontivegge, ubicata in questa Piazza Vittorio Veneto, all’interno del treno Alta Velocità Frecciarossa, in partenza da Perugia e diretto a Torino Porta Nuova, dopo essersi rifiutato di esibire il titolo di viaggio al capo treno, incaricato di pubblico servizio, lo ha aggredito colpendolo con calci e pugni.

I Carabinieri, intervenuti su richiesta del capo treno, lo hanno prontamente bloccato e portato in caserma per l’identificazione.

Il 36enne è stato anche denunciato in stato di libertà per le ipotesi di reato di lesioni personali e interruzione di servizio pubblico.

Nella circostanza, infatti, il convoglio ferroviario è partito per la sede di destinazione con un ritardo di circa 25 minuti.

Nell’occorso, il capo treno, soccorso e trasportato dai sanitari del “118” presso il locale ospedale “Santa Maria della Misericordia“, è stato riscontrato affetto da varie fratture agli arti superiori, giudicato guaribile in gg. 30 s.c. e dimesso.

Espletate le formalità di rito, l’arrestato è stato trattenuto nelle camere di sicurezza del Comando Provinciale Carabinieri di Perugia in attesa della celebrazione del rito direttissimo, svoltosi nel pomeriggio di ieri, all’esito del quale, a seguito della convalida dell’arresto, al medesimo è stata applicata la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di Bergamo.

(11)

Share Button