La nuova boccata d’ossigeno disponibile è di oltre 4,3 milioni di euro e servirà per la ripresa delle attività economiche

Perugia, 20 luglio 2021 – C’è tempo fino al prossimo 30 settembre 2021  per presentare la domanda per ottenere i contributi per il cosiddetto ‘danno indiretto’ previsto dall’articolo 20 bis del decreto legge n. 189/2016 per favorire, in seguito agli eventi sismici del 2016,  la ripresa produttiva delle imprese  del settore turistico, dei servizi connessi, dei pubblici esercizi e del commercio e artigianato, nonché delle imprese che svolgono attività agrituristica.

Nel nuovo avviso le risorse finanziarie disponibili ammontano complessivamente ad euro 4.396.104,95 di cui il 50 per cento destinate esclusivamente alle imprese localizzate nei territori dei comuni di Arrone, Cascia, Cerreto di Spoleto, Ferentillo, Montefranco, Monteleone di Spoleto, Norcia, Poggiodomo, Polino, Preci, Sant’Anatolia di Narco, Scheggino, Sellano, Spoleto e Vallo di Nera.

Possono richiedere i contributi per il danno indiretto le imprese, di qualunque dimensione e con specifici requisiti, operative in Umbria prima del 24 febbraio 2016 che abbiano avuto una riduzione del fatturato ‘determinata come differenza tra il valore conseguito nei sei mesi intercorrenti tra il 19 gennaio 2017 e il 19 luglio 2017 e il valore medio dei medesimi sei mesi del triennio precedente’.

La domanda in bollo per la concessione del contributo deve essere compilata esclusivamente sulla modulistica predisposta ed  inoltrata esclusivamente tramite PEC (posta elettronica certificata) in formato PDF al seguente indirizzo: usr.bandiegare@pec.regione.umbria.it indicando, obbligatoriamente, nell’oggetto della PEC la seguente dicitura: Articolo 20 bis D.L. 189/2016 – domanda di concessione contributi finalizzati alla ripresa economica“.

(10)

Share Button