Il taglio del nastro con il torneo Open Umbria Tennis presso il Centro Belvedere, dopo i lavori di restyling curati da Sogepu. L’Assessore Massetti: “Impianto che farà da traino al movimento tennistico cittadino e darà ai giovani una impotrtante opportunità di coltivare il proprio talento”

Città di Castello, 26 luglio 2021 – Con la disputa dell’ottava edizione del torneo open Umbria Tennis sono stati inaugurati ufficialmente i nuovi campi da gioco al coperto del Centro Sportivo Belvedere, dopo il restyling completo curato da Sogepu con un investimento di 100 mila euro.

A tagliare il nastro in occasione della finale della manifestazione, alla quale erano iscritti 74 tennisti provenienti dall’Italia e dall’estero, è stato ieri l’assessore allo Sport Massimo Massetti, insieme al vice sindaco Luca Secondi, al presidente del comitato umbro della Federazione Italiana Tennis Roberto Carraresi, con il vice presidente Maurizio Mencaroni, al consigliere Corrado Monaco, presidente del Circolo Tennis Città di Castello, a Marcello Stinchi, direttore degli impianti di Polisport, e a Roberto Rossi, responsabile fino al pensionamento della Tennis Academy di Polisport, di cui è stato fondatore.

“Grazie alla sinergia tra Polisport e Sogepu, con gli amministratori unici Stefano Nardoni e Cristian Goracci, è stato possibile mettere a disposizione degli appassionati un impianto completamente rinnovato, che farà da traino a un movimento tennistico storicamente importante nella nostra città, offrendo soprattutto ai giovani l’opportunità di praticare questo sport in condizioni ottimali e di coltivare al meglio il proprio talento”, ha dichiarato a margine della cerimonia di inaugurazione l’assessore Massetti, sottolineando “le professionalità che Polisport è in grado di esprimere nella gestione delle strutture e il Centro Tennis Città di Castello del presidente Monaco nella preparazione dei ragazzi, con due istruttori che vantano il titolo di ‘Maestro Nazionale’ rilasciato dalla Federazione Italiana Tennis”.

I lavori di riqualificazione hanno riguardato il rifacimento integrale della superficie sintetica dei due campi da gioco, l’installazione di un nuovo telo di copertura per il rivestimento della struttura geodetica in acciaio, la sostituzione dell’impianto di illuminazione con fari a led, la manutenzione dell’impianto di riscaldamento. La pavimentazione dei campi da gioco, blu e verde nello stile degli impianti americani, è stata realizzata con una mescola sintetica ideale per il tennis dal punto di vista dell’uniformità dei rimbalzi, dell’ammortizzamento degli urti, della riduzione dei rischi di infortuni e, grazie a uno specifico trattamento antibatterico, conserverà caratteristiche igieniche ottimali.

La nuova copertura è costituita da una speciale membrana in tessuto poliestere, resistente e in grado di garantire un efficace isolamento termico, mentre l’illuminazione soddisfa i parametri da gioco delle competizioni internazionali. “Teniamo molto a questo impianto e siamo davvero contenti che, grazie all’impegno dell’amministrazione comunale e alla lungimiranza degli amici del Circolo tifernate, sia stato possibile dotare Città di Castello e il territorio di riferimento di una struttura di prim’ordine per il gioco del tennis”, ha affermato il presidente del comitato regionale Umbria della Fit Carraresi, osservando come “la disponibilità di campi all’avanguardia faciliti la promozione della pratica sportiva, che in un territorio come Città di Castello vanta numeri importanti grazie a una scuola molto valida”.

Sono circa 80 i giovani iscritti alla Tennis Academy di Polisport, mentre il flusso di praticanti che registrano quotidianamente i quattro campi da gioco del Centro Belvedere raggiunge a pieno regime quota 100 unità.  Davanti a un pubblico di appassionati presente all’incontro nel rispetto delle disposizioni anti-Covid 19, la finale del torneo open Umbria Tennis ha visto la vittoria di Alan Fernando Rubio Fierros, che ha battuto con il punteggio di 7-6, 6-4 l’italiano Alessandro Dragoni.

(13)

Share Button