Secondo appuntamento sabato 31 luglio e domenica 1 agosto nella splendida cornice di Monte Alago con l’esibizione, tra gli altri, di Richard Dorfmeister, in tour in Italia quest’estate per due uniche date

Nocera Umbra, 29 luglio 2021 – Proseguono i percorsi sonori transappenninici di Synthonia. Dopo il successo del primo evento, che si è svolto domenica 4 luglio a Colfiorito (Foligno), sabato 31 luglio e domenica 1 agosto 2021 è in arrivo il secondo appuntamento nella splendida cornice di Monte Alago presso Nocera Umbra. La rassegna, ideata da Dancity insieme al Museo del Synth Marchigiano, e realizzata in collaborazione con Bnoise e MusiCamDo, si snoda in eventi itineranti in alcuni tra i più suggestivi luoghi dislocati sull’Appennino tra l’Umbria e le Marche. Un’immersione multisensoriale, che abbraccia natura e suoni, in cui il paesaggio, i profumi e i sapori sono scanditi dalle frequenze della musica elettronica, ambient, sperimentale e non solo.

Sì, perché, sarà un weekend sfaccettato. Il sabato sarà caratterizzato da ritmi balearici, disco e funk con le esibizioni di: Simona Faraone, raffinata ricercatrice di sonorità d’avanguardia ed una tra le prime donne ad aver intrapreso la professione di DJ in Italia e anche in Europa; Capofortuna, il trio formato da Enroll aka Rame (DJ, producer, co-fondatore dei Pastaboys) Ricky Cardelli (polistrumentista di valore, membro del collettivo Funk Rimini) e Francesco Cardelli aka Crimson; i talenti umbri Sauro Cosimetti, che per più di 20 anni è stato resident del Red Zone Club, Orchestra Moderna, con i suoi set intrisi di house, rare groove e ritmi tropicali; il direttore artistico di Dancity Giampiero Stramaccia aka G-Amp in b2b con Sauro Martinelli, sempre della crew folignate.

La domenica invece ospiterà performance dalle sonorità ambient ed elettroniche con Richard Dorfmeister (nella foto), metà dello storico duo Kruder & Dorfmeister, in tour in italia quest’estate per due uniche date, il 31 luglio a Chieti e l’1 agosto a Monte Alago; Gigi Masin, uno dei massimi esponenti della scena ambient ed elettronica; il pianista folignate Giovanni Guidi, che per l’occasione si esibirà con il Fender Rhodes e la Yamaha CP70 suonata anche da Lucio Dalla; il musicista e compositore Giulio Aldinucci, in continua ricerca sul paesaggio sonoro, in particolare per quanto concerne la sperimentazione elettroacustica.

E sempre di sperimentazione si parla con Shynthetic Meditations, la sezione di Synthonia dedicata a performance realizzate con un piccolo sound system a batteria, pensate per confondersi con i suoni della natura: domenica 1 agosto il primo appuntamento con Paolo F. Bragaglia, uno dei fautori del Museo del Synth Marchigiano, che si cimenterà in una serie di sequenze per synth analogico vintage a batteria.

Infine, a corredare questa intensa giornata, i live di giovani talenti locali come Rocco Zulevi, tra indie e sperimentazione, Astral Larvae, tra drum machine e batterie acustiche, e pne_uma, training autogeno accompagnato da musica ambient ed elettronica. Percorsi sonori che saranno arricchiti con attività parallele come la speciale sessione di yoga al tramonto in collaborazione con lo YaMM Festival o la traccia per raggiungere l’evento in bicicletta in collaborazione con Umbria Bikepacking. Inoltre sarà allestita un’area camping ed uno spazio food con le specialità del luogo.

(67)

Share Button