Sono ben 179 le lettere arrivate alla segreteria provenienti da tutta Italia. Un vero record. La premiazione si terrà domenica 5 settembre a Monte del lago

Magione,  5 agosto 2021 – Il 31 luglio era l’ultimo giorno disponibile per poter partecipare alla seconda sezione del Premio letterario nazionale Vittoria Aganoor Pompilj organizzato dall’Assessorato alla cultura del Comune di Magione e riservato a componimenti in forma di lettera su un tema scelto annualmente dalla giuria.

L’assessore alla cultura del Comune di Magione, Ruggeri

Tema dell’edizione 2021 l’incomunicabilità ispirato alla frase: avrei più “d’un mondo” di ragioni per giustificare il mio silenzio... tratta dal volume Vittoria Aganoor, Lettere d’amicizia a Marina Sprea Baroni Semitecolo (1881-1909), a cura di Ornella Pittarello, Bologna, Nuova S1, 2009. Ora la parola passa ai giurati che dovranno valutare i componimenti sulla base di criteri che prendono in considerazione il contenuto, la forma, l’originalità e, naturalmente, la conformità ad un testo scritto nella forma letteraria della lettera.

La giuria del premio è composta da: Vittoria Bartolucci (presidente onorario) poetessa; Mino Lorusso (presidente) giornalista; Fabio Versiglioni, presidente Associazione Editori Umbri; Giovanni Dozzini, scrittore; Costanza Lindi e Elena Zuccaccia, Studio editoriale Settepiani; Maria Grazia Virgilio e Monica Fanicchi, libreria Libri Parlanti.

La cinquina di epistolari e carteggi che si contenderanno la vincita della prima sezione riservata a volumi editi sono, invece, in ordine alfabetico dei curatori: Eugenio Montale Divinità in incognito, Lettere a Margherita Dalmanti (1956-1974) a cura di Alessandra Cenni, Archinto edizioni; Lucrezia Borgia. Lettere 1494-1519 a cura di Diane Ghirardo Tre Lune edizioni; Norberto Bobbio-Pietro Calamandrei. Un “ponte” per la democrazia. Lettere 1937-1956 a cura di Marcello Gisondi Edizioni di Storia e letteratura; Aldo Palazzeschi-Gian Pietro Lucini. Carteggio 1910 a cura di Simone Magherini, Edizioni di Storia e letteratura; Roberto Roversi-Vittorio Sereni “Vincendo i venti nemici” Lettere 1959-1982 a cura di Fabio Moliterni, Pendragon edizioni;.

La giuria della prima sezione è composta da: Maurizio Tarantino (presidente onorario) direttore Biblioteca Classense e MAR di Ravenna; Adriana Chemello (presidente), Università di Padova; Isabella Nardi, Università di Perugia; Mario Squadroni, Università di Perugia; Massimiliano Tortora, Università di Torino; Fabrizio Scrivano, Università di Perugia.

La cerimonia di premiazione si terrà domenica 5 settembre a Monte del lago, Magione (Pg), a chiusura del Festival delle corrispondenze.

 

(12)

Share Button