L’uomo, nel mese di luglio, veniva trovato con due coltelli al seguito subito dopo aver effettuato un furto all’interno di una autovettura in via Settevalli,

Perugia, 12 agosto 2021 – Personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico in servizio di controllo del territorio veniva inviato dalla Sala Operativa della Questura di Perugia in zona Stazione Fontivegge dove veniva segnalata la presenza di una persona intenta ad inocularsi nel braccio della sostanza stupefacente mediante l’uso di una siringa.

All’arrivo degli agenti il soggetto, identificato come un cittadino extracomunitario di origini tunisine, classe 1991, con numerosi precedenti di Polizia in merito al consumo e spaccio di sostanze stupefacenti e contro il patrimonio, veniva trovato seduto su dei gradini di una scala, immobile.

L’approfondimento del controllo a carico dell’uomo ha permesso agli agenti di verificare che a suo carico pendeva, da parte del Tribunale di Perugia, un’istanza del GIP che disponeva la sostituzione della misura dell’obbligo di dimora nel territorio del comune di Perugia con la misura cautelare della custodia in carcere per l’inosservanza alle disposizioni dell’A.G.

L’uomo, che proprio nel mese di luglio veniva trovato con due coltelli al seguito subito dopo aver effettuato un furto all’interno di una autovettura in via Settevalli, veniva accompagnato dagli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Perugia, diretto dal Comm. Monica Corneli, presso la Casa Circondariale di Perugia Capanne. (Foto di repertorio)

 

(5)

Share Button