L’extracomunitario, classe 1991, con numerosi precedenti di Polizia in merito al consumo e spaccio, è stato denunciato per porto di armi ed oggetti atti ad offendere.  Avviate le procedure per l’espulsione

Perugia, 12 agosto 2021 – Una pattiuglia della Questura di Perugia interveniva in zona Stazione Fontivegge dove veniva segnalata la presenza di due ragazze intente, con ogni probabilità, a fare uso di sostanze stupefacenti. Gli agenti, a seguito del controllo delle due persone segnalate, due cittadine italiane classe 1996 la prima e minorenne la seconda, nel prosieguo delle indagini relative alla localizzazione del soggetto spacciatore descritto dalla 25enne come suo venditore, riuscivano, da lì a poco, a fermare e controllare un cittadino extracomunitario di origini tunisine, classe 1990.

Il soggetto, irregolare sul Territorio Nazionale e con numerosissimi precedenti di Polizia, veniva identificato come un cittadino extracomunitario di origini tunisine, classe 1991, con numerosi precedenti di Polizia in merito al consumo e spaccio di sostanze stupefacenti. Il controllo risultava negativo per il possesso di sostanze stupefacenti ma l’uomo veniva trovato in possesso di un coltello a serramanico del quale non era in grado di dare alcuna motivazione sul porto.

L’uomo veniva deferito all’A.G. per il reato di porto di armi ed oggetti atti ad offendere ed a suo carico venivano avviate le procedure per l’espulsione dal Paese.

 

(3)

Share Button