Il programma di spettacolo del Foligno Danza Festival entrerà nel vivo venerdì 3 settembre: alle 21 andrà in scena all’Auditorium San Domenico, lo spettacolo “SKIN”

Foligno, 17 agosto 2021 – Si terrà dal 3 al 5 settembre, a Foligno, la prima edizione di “Foligno Danza Festival”, un programma di spettacolo, formazione e approfondimento. La direzione artistica è di Alessandro Rende. Foligno accoglierà artisti, spettatori, giovani danzatori e operatori del settore. In programma ci saranno non solo spettacoli di danza, ma anche stage con docenti di fama internazionale e audizioni per accedere a prestigiose accademie, oltre alla possibilità di partecipare ad un concorso, assistere alle prove delle performance e incontrare i protagonisti del festival. Tra gli appuntamenti, la serata dedicata al Premio per la Danza “Città di Foligno” per le eccellenze della scena italiana e, in chiusura, un Gala per i giovani partecipanti del Foligno Danza Festival.

Gli spettacoli sono ad ingresso gratuito (con prenotazione obbligatoria). Il progetto, sostenuto dal Comune di Foligno, nasce da un’idea di Alessandro Rende: “Nell’accogliere, con entusiasmo, l’invito a dirigere il festival – ha sottolineato Rende – ho subito pensato ad un evento indirizzato ai giovani. Ballerini, artisti, appassionati: sono loro il motore del nostro mondo. A loro che desidero dedicare queste giornate, affinché si attivi un circolo virtuoso di scambio e di crescita secondo i migliori valori della nostra arte”.

Il programma prevede, da venerdì 3 a domenica 5 settembre, dalle 10 alle 15, le lezioni di tecnica classica e contemporanea (per allievi da tutta Italia) con i maestri, coreografi e direttori di importanti realtà di formazione professionale. Ospiti per la danza classica: Clarissa Mucci, docente dell’Accademia Nazionale di Danza di Roma, e Giulia Rossitto, docente della Scuola di Ballo dell’Accademia Teatro alla Scala di Milano; con loro, Alessandro Rende, danzatore del Teatro dell’Opera di Roma, docente e direttore artistico di eventi di danza. Per il contemporaneo: Arianna Benedetti, docente e coreografa per COB Compagnia Opus Ballet e Nuovo Balletto di Toscana; Francesco Hermes Annarumma, coreografo internazionale e guest teacher presso Tanzakademie Zürich; Michele Pogliani, coreografo internazionale, direttore di MP3 Project, guest teacher Codarts Rotterdam.

I maestri faranno parte della Giuria della prima edizione del concorso “Foligno Danza Festival” rivolto ai talenti della danza classica e contemporanea: le prime due fasi di selezione si svolgeranno in palcoscenico, il 3 e 4 settembre, dalle 16 alle 18; la finale si terrà domenica 5 settembre, dalle 18, in occasione del Gala di chiusura del festival. Le audizioni – che si terranno durante le stesse giornate di stage dal 3 al 5 settembre – offriranno ai partecipanti l’ulteriore possibilità di essere selezionati dai maestri per opportunità di studio, perfezionamento e tirocinio professionale. In più, durante il fine settimana, i giovani potranno partecipare ad una tavola rotonda per discutere con i direttori, i coreografi e gli interpreti presenti al festival: un momento di condivisione per raccontare e scoprire la danza.

Al Foligno Danza Festival, dunque, formazione, competizione e approfondimento: un’occasione per apprendere da vicino il metodo di insegnamento di alcune tra le più prestigiose accademie italiane, per immergersi nella creatività contemporanea e per mettersi alla prova in palcoscenico. Ad accogliere gli eventi di formazione, gli spazi dell’Auditorium Santa Caterina. Il programma di spettacolo del Foligno Danza Festival entrerà nel vivo venerdì 3 settembre: alle 21 andrà in scena all’Auditorium San Domenico, lo spettacolo “SKIN” [estratti] della MPTRE Dance Company diretta da Michele Pogliani.

Una serata composta da tre creazioni: “While waiting” di Regina van Berkel, già interprete del Ballett Frankfurt di William Forsythe, oggi apprezzata autrice sulla scena internazionale; “Cantata” di Mauro Bigonzetti, coreografo italiano applaudito in tutto il mondo; “Scars tell secrets” di Michele Pogliani, tra i protagonisti della scena italiana, nonché storico interprete di compagnie internazionali come la Lucinda Childs Dance Company. Lo spettacolo sarà anche l’occasione per avvicinare alla danza contemporanea il pubblico di Foligno, così come i tanti giovani partecipanti allo stage e al concorso: le prove della Compagnia MPTRE PROJECT si terranno infatti a porte aperte e, al termine, i presenti potranno prendere parte ad un ‘talk’ con gli artisti per scoprire qualcosa di più sulla produzione e sui progetti dell’ensemble. Il secondo appuntamento di spettacolo si terrà sabato 4 settembre, all’Auditorium San Domenico, a partire dalle 21. Istituito dal Comune di Foligno, prenderà vita il Premio per la Danza “Città di Foligno”, riconoscimento alle eccellenze della danza italiana e internazionale.

“Un premio per storiche strutture di produzione – ha spiegato Alessandro Rende – ma anche per autori e compagnie emergenti, rappresentanti di diversi volti e linguaggi della danza. Realtà importanti e in ascesa, che desideriamo ringraziare per il tenace impegno artistico e culturale, stimolo ed esempio prezioso per le nuove generazioni di danzatori e coreografi”. La serata di sabato vedrà, oltre alla consegna dei riconoscimenti alle compagnie e ai coreografi ospiti, anche l’esibizione degli interpreti in alcuni estratti delle creazioni premiate.

Al Balletto di Roma verrà consegnato il “Premio al merito per la nuova produzione “ASTOR – Un secolo di Tango”, concerto di danza realizzato in occasione del centenario di Astor Piazzolla (da un’idea di Luciano Carratoni, direttore generale del Balletto di Roma; coreografie di Valerio Longo). Andrà alla “COB Compagnia Opus Ballet”, diretta da Rosanna Brocanello, il “Premio al merito per la nuova creazione Le quattro stagioni” di Aurelie Mounier; alla “Compagnia Bellanda” il “Premio al merito per la nuova creazione AGANIS” di Giovanni Gava Leonarduzzi e alla compagnia “Annarumma Dance Project” il “Premio al merito per la nuova creazione Eros e Agape” di Francesco Hermes Annarumma. A Roberto Doveri, già applaudito interprete e oggi talentuoso coreografo, il “Premio al merito per la nuova creazione INTIMA-MENTE” realizzata per il “Nuovo Balletto di Toscana” diretto da Cristina Bozzolini.

Infine, la segnalazione di una promettente realtà: alla “Compagnia Balletto di Parma”, diretta da Lucia Giuffrida e Francesco Frola, andrà il “Premio Compagnia Emergente” per le creazioni coreografiche firmate da Christopher Nwagwau e Francesco Gammino, andate in scena lo scorso 20 giugno al Bologna Open Air Theatre. Chiusura al Foligno Danza Festival – domenica 5 settembre all’Auditorium San Domenico (dalle 18) – con il Gala in palcoscenico, che vedrà il passaggio di testimone tra i professionisti e le nuove speranze della danza con l’esibizione dei vincitori del concorso e degli altri giovani partecipanti all’evento. “Una vera festa della danza per tornare a vivere l’atmosfera del teatro e l’emozione delle performance dal vivo  – ha rilevato Alessandro Rende – tutto in piena sicurezza, in un’atmosfera di sana competizione e di scambio artistico-culturale, in com pagnia di storici protagonisti e nuove stelle”.

(60)

Share Button