E’ in programma dal 3 al 5 settembre 2021. Tutte le novità di un appuntamento ricercatissimo da bibliofili e collezioni

Città di Castello, 27 aggosto 2021 -C’è anche il primo manuale di ginnastica acrobatica tra le i libri rari della XXI edizione della Mostra del Libro Antico e della Stampa Antica di Città di Castello (PG), in programma dal 3 al 5 settembre 2021. Oltre 35 qualificati espositori provenienti dall’Estero e da tutta Italia (Piemonte, Lombardia, Veneto e giù fino al sud della penisola) proporranno “esemplari di rilievo assoluto a livello mondiale, dichiara il direttore scientifico della Mostra Giancarlo Mezzetti,  citando il libro a stampa dei primi anni del  1500  con oltre 80 pagine miniate, proveniente dalla libreria Foyle di Londra dal valore commerciale a 4 zeri, “oppure la  rarissima incisione del fiammingo Guerenhert, maestro di Goltius, del 1549 con tecnica bulino.

Proviene da una collezione privata un rarissimo atlante composito di metà del 1600 con una rarissima carta geografica del Canada e le Nouvelle France di Nicolas Sanson chez Pierre Mariette. Compleano il parterre d’onore della XXI mostra preziose incisioni di antichi maestri Mantegna, Durer, Van Leyden e Rembrandt e due grafiche originali di arte moderna di Lucio Fontana. Anche quest’anno sarà presente a  Città di Castello una delle Librerie Antiquarie milanesi più prestigiose, Il muro di Tessa, con un omaggio a Alessandro  Manzoni di cui esporrà I promessi sposi nella ventisettana e nella quarantana, l’edizione risciacquata in Arno con le illustrazioni del Gonin”.

“La manifestazione di Città di Castello, un appuntamento classico e dai contenuti di qualità, si riappropria  della sua essenziale modalità operativa con il ritorno in presenza attiva degli espositori” commenta Fabio Nisi, presidente dell’Associazione Palazzo Vitelli a Sant’ Egidio, ente promotore della mostra, si svolgerà come sempre in una sede di prestigio in linea sia con l’immagine del prodotto offerto che con le disposizioni Anti Covid”.

La Mostra del Libro Antico e della Stampa Antica di Città di Castello sarà caratterizzata da due iniziative a latere che riguarderanno il territorio locale. Alle ore 10,00 del 4 settembre, subito dopo  l’inaugurazione ufficiale, si parlerà della famiglia Vitelli che attraverso vari componenti illustri hanno dato tanto prestigio alla città. Dopo una introduzione della Soprintendente ai beni archivistici e bibliografici dell’Umbria, Giovanna Giubbini, parlerà Fabio Nisi. A seguire la conferenza  di Mario Squadroni, presidente della Deputazione di Storia Patria per l’Umbria su  “Le carte Vitelli e tante altre sorprese e curiosità nell’archivio della famiglia Bufalini di San Giustino Umbro”.

“Questo archivio nobiliare, riordinato e inventariato” spiega Mezzetti “è da considerare uno dei più importanti complessi documentari d’Italia. Tra le sue carte, che coprono un arco cronologico di nove secoli si conservano anche documenti di estremo interesse che riguardano la famiglia Vitelli di Città di Castello che ha lasciato una traccia indelebile nella storia non solo dell’Alta Valle del Tevere ma dell’Italia intera. Si tratta di un nucleo piuttosto consistente, più di cento pezzi archivistici tra buste di carteggi e registri diversi che vanno dal 1562 al 1816 e che attendono di essere studiati e valorizzati. E’ presente anche il corposo archivio della famiglia Centofiorini tra cui alcune bellissime piante del porto di Ancona del 1774.  Da segnalare anche la presenza di pergamene molto antiche,sigilli di cera, stemmi araldici, foto e cartoline d’epoca, stampi plumbei per sigilli e piccola oggettistica…Un bene culturale unico nel suo genere, fonte storica di primo ordine, che merita di essere ancor più conosciuto e valorizzato. Sarà presente la direttrice del Museo Castello Bufalini”. A seguire la  conferenza legata alla bibliofilia a cura di don Andrea Czortek.

L’inaugurazione ufficiale, con la presenza delle Autorità, è fissata per il giorno 4 settembre alle ore 9,30 a Palazzo Vitelli a sant’Egidio. A seguire conferenze. Orari visita Mostra mercato: venerdì 3 settembre dalle ore 14,30 alle 19,30 – sabato 4 e domenica 5 settembre dalle ore 9,30 alle ore 19,30 orario continuato ed ingresso libero.

 

(10)

Share Button