Lo spunto è dato dal libro di Carlo Tacconelli, autore de ‘Il cadetto del rosso maniero’. L’incontro organizzato da Fabrizio Minelli (Associazione ex allievi) sabato 4 settembre alle 17.30

Perugia, 2 setìembre 2021 – Un viaggio tra i ricordi, le esperienze vissute e i risultati raggiunti da parte di chi ha completato il liceo frequentando una prestigiosissima scuola militare, quella della Nunziatella. È quello che affronta Carlo Tacconelli nel suo libro ‘Il cadetto del rosso maniero’ di cui parlerà sabato 4 settembre alle 17.30 durante un incontro alla sala dei Notari di palazzo dei Priori a Perugia, organizzato da Fabrizio Minelli, membro della sezione umbra dell’Associazione Ex allievi della Nunziatella.

L’autore ha infatti frequentato i tre anni del Liceo classico nella Scuola militare della Nunziatella a Napoli, istituto di antichissima tradizione, scuola borbonica fondata nel 1787da re Ferdinando IV, che conferisce agli allievi, accanto a quella scolastica, una formazione militare. Al termine del ciclo di studi gli studenti possono scegliere se proseguire il percorso militare o meno.

Un fil rouge che accomuna i relatori che parteciperanno all’evento perugino e che hanno frequentato la Nunziatella per poi intraprendere diverse carriere: Edmondo Cirielli, questore della Camera dei deputati, Franco Massi, segretario generale della Corte dei Conti, Antonio Basilicata, vicedirettore amministrativo della Direzione investigativa antimafia, Fabio Raspadori, docente dell’Università degli Studi di Perugia. Tutti professionisti che hanno maturato un percorso di successo e che racconteranno come questa esperienza giovanile ha influito aiutandoli a perseguire i loro obiettivi.

Tacconelli, nella sua opera, ripercorre la sua esperienza di adolescente nell’istituto, negli anni Settanta del secolo scorso, attraverso racconti, aneddoti ed episodi tra cui quello del terremoto dell’80 nella città partenopea. Lo sguardo è prima quello di un sedicenne che lascia la vita civile per intraprendere un percorso diverso, tra gioie e dolori, incertezze e speranze di un adolescente, poi quello di un uomo che guarda ai risultati e agli traguardi raggiunti, anche grazie a quella formazione, e che ha fatto propri i valori acquisiti da giovane.

Ad aprire i lavori sarà il sindaco di Perugia Andrea Romizi, mentre a coordinare gli interventi l’assessore comunale alla cultura Leonardo Varasano.

 

(62)

Share Button