E’ il festival che parla di cambiamenti, tenacia e futuro. “Terrae, della terra” è il filo conduttore delle tre giornate. Anteprima nazionale di “WATERMARK. L’ acqua è il bene più prezioso” film documentario di Jennifer Baichwal e Edward Burtynsky

Marsciano, 4 settembre 2021 -Dal 10 al 12 settembre il borgo di Spina torna ad ospitare Gecko Fest. Il Festival, giunto alla terza edizione, è promosso dall’associazione culturale Spin-A Enhancing People, e tratta i temi del cambiamento e dell’adattamento quali momenti essenziali di costruzione del futuro, in un’ottica di conoscenza condivisa e di valorizzazione dalla ricchezza naturalistica, culturale e storica. Il festival, realizzato anche con il sostegno dei Fondi “POR FESR Umbria 2014-2020 – Az. 3.2.1 – Avviso pubblico per partecipazione Progetto Spettacoli dal vivo”, è patrocinato dalla rappresentanza in Italia della Commissione europea, dalla Regione dell’Umbria, dai Comuni di Marsciano e Norcia, dal Parco tecnologico alimentare dell’Umbria e da Confindustria Umbria.

Il filo conduttore dell’edizione 2021 è “Terrae, della terra”, per mettere al centro il rapporto tra la specie Homo sapiens e il Pianeta, con spettacoli, arte, concerti e incontri tematici.

IL PROGRAMMA (consultabile con approfondimenti, info prenotazioni e sicurezza su www.geckofest.it)

L’apertura del festival è in programma venerdì 10 settembre alle ore 17.00 in piazzetta della Vittoria a Spina. Seguirà alle ore 18.00 l’incontro con Tommaso Ghidini scienziato dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Alle 21.00 con “Gecko in the sky” sarà possibile ammirare un suggestivo spettacolo notturno realizzato con i droni da Eagle Projects. Alle 21.30 sarà proiettato, in anteprima nazionale, il documentario di Jennifer Baichwal e Edward Burtynsky “Watermark. L’acqua è il bene più prezioso”

La seconda giornata del festival, sabato 11 settembre, si apre all’alba, ore 05.30, con il concerto della pianista Alessandra Celletti a Montelagello, presso il Casale dei Ceci. Alle 09.00 si parte da Sant’Apollinare per un percorso di trekking organizzato da “Le storie di Loz”, mentre alle 11.00 nel castello di Spina va in scena uno spettacolo di teatro e musica per bambini di Mirko Revoyera con Caterina Fiocchetti e Rachele Spingola. Alle ore 17.00 incontro, in piazzetta della Vittoria, con Stanislao de Marsanich di Parchi Letterari italiani e Piero Sunzini di Tamat. A seguire, alle ore 18.00, il giornalista e scrittore Beppe Severgnini sarà il protagonista di una narrazione che abbraccia gli ultimi 20 anni di storia. La serata si chiude alle 21.30 riproponendo la proiezione del documentario “Watermark. L’acqua è il bene più prezioso”.

È ancora un concerto all’alba, alle ore 05.30, ad aprire la programmazione di domenica 12 settembre. Ad esibirsi, sempre presso il Casale dei Ceci, è il duo di violoncellisti Andrea Rellini e Catherine Bruni. Alle 09.00 è in programma un tour in bicicletta, organizzato da “Le storie di Loz” nelle campagne tra Spina e Mercatello. Alle ore 11.00 in piazzetta della Vittoria una conversazione intorno al tema della biodiversità con Riccardo Bocci, Isabella Dalla Ragione, Valeria Negri, Oriana Porfiri, Luciano Concezzi, Mauro Gramaccia, Valentina Dugo. Seguirà una degustazione guidata di prodotti di biodiversità recuperata.

Le due sere di venerdì 10 e sabato 11 settembre, tra le 21.00 e le 24.00, in piazzetta della Vittoria è presente anche una performance artistica, ispirata al Cantico delle Creature di San Francesco, con Massimiliano Poggioni, Edoardo Cialfi, Graziano Sirci.

 

(16)

Share Button