Nell’arco di un mese la 16enne umbra si è infatti misurata con le migliori pari età del globo e in Egitto ha tirato fuori le ultime energie

Spoleto, 16 settembre 2021 – Bronzo ed azzurro sono stati senza dubbio i colori che hanno scandito la fantastica marcia di Rebecca Bacchettini durante questa intensa ed emozionante estate. La giovane pistard spoletina ha infatti portato a termine il blocco di impegni più importante della stagione con un 3° posto ai Campionati Italiani Junior di Dalmine, maturato nel Keirin durante la serata di martedì 14 settembre.

L’atleta classe 2004, rientrata da poco più di una settimana dai Mondiali di categoria in Egitto, ha tirato fuori le ultime energie nel serbatoio per centrare questo ennesimo risultato di prestigio. Nella manche secca per l’assegnazione del tricolore si è arresa alle sole Sara Fiorin (Cicli Fiorin) e Gaia Bolognesi (Ciclismo Insieme), confermando tutta la sua naturale attitudine per una specialità che, più di qualsiasi altra, mette insieme colpo d’occhio, potenza e sangue freddo.

Più complesso si è rivelato, nella giornata successiva, il percorso nella Velocità Individuale, complice pure un programma oltremodo concentrato, che concedeva ben poco spazio di recupero tra un round e l’altro. La Bacchettini ha terminato questa sua ultima fatica di stagione con la 4° piazza, dopo aver ceduto alla bella in semifinale contro la Fiorin e per 2-0 nella sfida per il bronzo contro la Bolognesi.

La portacolori dell’UC Foligno si è quindi dimostrata ancora una volta all’altezza della situazione e del palcoscenico, pur con una condizione inevitabilmente in calando a seguito della quantità e, soprattutto, della qualità delle competizioni affrontate nell’ultimo periodo.

Nell’arco di un mese la 16enne umbra si è infatti misurata con le migliori pari età del globo, rappresentando la pista azzurra dai mulini a vento dell’Olanda fino alle piramidi d’Egitto. Adesso la attenderà una fase di stacco dalle gare, con un occhio sempre rivolto però alla preparazione fisica, nel quale avrà modo di realizzare ancor di più quanto fatto durante l’estate, magari stringendo anche lo storico bronzo iridato conquistato.

(3)

Share Button