Prima proferiva minacce nei confronti di una donna alla quale aveva richiesto l’elemosina con fare molesto, poi uscito dalla Questura ha minacciato i poliziotti prendendo in mano anche dei sassi. L’uomo, classe 1966, aveva già un rigetto del permesso di soggiorno a suo carico

Perugia, 16 settembre 2021 – Nella giornata odierna si sono svolti i servizi straordinari di controllo del territorio nell’area di Perugia – Fontivegge, che hanno visto la partecipazione degli equipaggi della Polizia di Stato e della Polizia Locale.

 

In particolare gli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Umbria Marche insieme ad un equipaggio della Questura di Perugia intervenivano per le minacce proferite nei confronti di una donna da parte di un cittadino gambiano del 1996 che le aveva richiesto l’elemosina con fare molesto.

 

Intervenuti i poliziotti e condotto il giovane in Questura, a seguito degli accertamenti di rito lo stesso veniva denunciato per il reato di minacce e riscontrata l’esistenza di un rigetto del permesso di soggiorno a suo carico.

 

Il cittadino Gambiano, una volta allontanatosi dagli uffici della Questura, tornava indietro iniziando a minacciare i poliziotti, continuando fino a proferire azioni esasperate, anche generiche nei  confronti dei cittadini, prendendo anche in mano dei sassi.

 

A quel punto i poliziotti del Reparto Prevenzione Crimine intervenivano per bloccarlo al fine di interrompere la sua pericolosa condotta, ponendosi al suo inseguimento verso il vicino parco cittadino fino a che, una volta raggiunto opponeva una strenua resistenza e violenza nei confronti degli operatori, i quali riportavano delle leggere contusioni.

 

Al termine delle attività il cittadino gambiano veniva tratto in arresto per i reati di violenza, resistenza, minacce gravi e lesioni e Pubblico Ufficiale e messo a disposizione dell’A.G.

 

 

  

 

(16)

Share Button