La consegna domani, sabato 25 settembre. Seguirà, alle 21.00, la “ Cena di gala del Lucumone” al ristorante Decò. Prenotazione obbligatoria per i due avvenimenti, ingresso con certificazione verde: tel.346.7288815

Perugia, 24 settembre 2021 – Nella foto Patrizio Scarponi è nella veste di violinista, ottimo concertista, ma che sabato 25 settembre dopo la consegna dell’Etrusco d’oro, se vorrà, potrà vestire uno dei preziosi costumi della sartoria di Velimna e regalare al pubblico un piccolo saggio della sua professionalità.

La consegna dell’”Etrusco d’Oro”, uno degli appuntamenti più importanti e suggestivi organizzati dalla Pro Ponte, avverrà alle 18.00 nel suggestivo scenario della Mostra scientifico fotografica della civiltà etrusca al CERP della Rocca Paolina. Scarponi succede, nell’albo d’oro del premio, a Filippo Timi, Enrico Vaime, il Cardinale Bassetti, Serse Cosmi, Leonardo Cenci, il generale Tullio del Sette, Franco Venanti, Brunangelo Falini, Brunello Cucinelli, Franco Chianelli, i fratelli Carlo e Walter Sabatini. Ricordiamo che Patrizio Scarponi è 1° violino di “Roma Sinfonietta”e dell’orchestra da camera di Perugia; che con il pianista Giuseppe Pelli dà vita al “Duo di Perugia” ed è, tra l’altro, docente di violino al conservatorio di Perugia. L’etrusco d’oro è opera dell’artigiano orafo Renzo Ercolani.

Dopo la cerimonia seguirà, alle 21.00, la “ Cena di gala del Lucumone” al ristorante Decò di Ponte San Giovanni. Prenotazione obbligatoria per i due avvenimenti, ingresso con certificazione verde: tel.346.7288815.

All’evento sono stati invitati anche i precedenti destinatari del premio: il generale Tullio del Sette e signora, Serse Cosmi, Franco Chianelli, Brunangelo Falini hanno confermato la loro presenza mentre i familiari di Leonardo Cenci e Filippo Timi (impegnato all’Elba per le riprese del suo film) potranno partecipare compatibilmente con il perdurare dei loro impegni. Brunello Cucinelli e il cardinale Bassetti,  rispettivamente per motivi di lavoro e per un convegno a Roma con i Cardinali europei, con dispiacere hanno declinato l’invito come il pittore Franco Venanti, complimentandosi con la Pro Ponte per la scelta felice del destinatario del prestigioso riconoscimento.

(25)

Share Button